mercoledì 31 dicembre 2008

BUON COMPLEANNO BLOG! :-D



Ciao!

Ebbene si, oggi è esattamente un anno che questo blog è nato! Così, un po' per caso, un po' per solitudine, un po' per abitudine... ;-) Sono una grafomane nata: sulla qualità non saprei dire, ma sulla quantità batto tutti!!!

Quindi, che dire: oltre che il bilancio del 2008 ci sarebbe da tirare le somme anche di questo primo anno di blog.

E' stato un anno prolifico dal punto di vista artistico: sono riuscita a dare una forma decente al mio libro e chi l'ha letto in linea di massima lo ha sinceramente apprezzato. Anzi, approfitto per ringraziare tutte le "cavie" per essersi prestate all'esperimento e per avermi elargito preziosi consigli!
Il lato artistico include anche questo blog che, partito solo soletto in sordina, pian pianino ha raccolto tanti amici! I quali, ora che ho messo il commento libero, spero si facciano leggere a loro volta! Per il nuovo anno ho in mente qualche novità: intanto mi farebbe piacere, con la collaborazione di tutti, lanciare qualche dibattito semi serio, poi vorrei inserire una parentesi dialettale, cioè dei post scritti esclusivamente in dialetto veneziano! Vedremo...

Passiamo alla parte sportiva: anno abbastanza positivo per i traguardi raggiunti (a febbraio sono diventata tecnico di boxe) e per le attività alternative intrapprese (mountain bike e nuoto). Bene anche il mio corso con le mie tose che sono sempre più brave e mi danno tanta soddisfassiun!!! Un po' meno bene per la salute, che io ho azzoppato tirando un po' troppo, convinta di essere ancora giovine e invece (che Lauretta lo voglia o no) sto proprio diventando anziana! ;-) E comunque, care tose, sono un'anziana ogm... ih ih ih!!!
Sport passivo: si traduce "solo" in JesoloSanDonà Basket! Che ha accompagnato praticamente tutte le mie domeniche, mi ha vista cercare palazzetti in giro per il nord Italia, sventolare il bandierone e sbattere i salsicciotti bianco blu!!! Però a dire il vero quest'anno è stato anche quello delle Olimpiadi di Tokjo: su tutte ricordo la medaglia d'oro di Camarelle! Per onore al mio sport e perchè era cronologicamente l'ultima e così le comprende virtualmente tutte, dai!

Amicizie: l'anno è cominciato male per un malinteso ed è finito altrettanto male perchè mi sono rotta le scatole di correre dietro alla gente. Questo il sunto delle mie amicizie femminili. Quelle maschili un po' meglio: vedremo il proseguio...



Amore:















(concetto sintetico, semplice, chiaro, inequivocabile).

Lavoro: XXXHYRTRLEKI YUKTMLIREUTB YUHTY MTIBMHMN UTHXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX SE ERA COMINCIATO INCERTO è FINITO PEGGIO. Il colore della scrittura è adeguato all'argomento.

Che altro dire? Buoni propositi: troppi. Speranze: ogni anno sempre un po' meno. Obiettivi: la serenità, così vicina eppure così sfuggente...

Auguro a tutti una buona nottata: ci sia sempre nei vostri cuori un pensiero gentile per chi è solo.

Grazie della compagnia a chi ha viaggiato con me in quest'anno! Ci ritroviamo nel 2009! :-D

Bye,
Silvia

martedì 30 dicembre 2008

fatto tattoo!!!

Ciao!

Fatto tattoo!!! Felice io!!! E' troppo bello!

Non so come spiegare la sensazione di farsi un nuovo tatuaggio... non so... è come scrivere una pagina di diario personale, solo che lo scrivi sulla pelle perchè è una pagina importante. La raffiguri a modo tuo, in modo che, anche se tutti la vedono, tu solo sai cosa vuol dire veramente... proprio come un diario personale, appunto! Però colorato! Almeno per me è così!

Bene bene! In questi giorni mi è riesplosa una certa vena creativa, che si è concretizzata in una specie di striscione da portare alla partita di basket di domenica... Praticamente mi sono armata di fogli A3 (quelli grandi come due A4 per capirci...) e di pennarelli! Ho messo una lettera per foglio per formare la scritta "CIAO TOTO" e dentro le O c'è il pallone da pallacanestro tutto arancione!!! Ke figo!

Tutto ciò perchè la società dello JesoloSanDonà Basket se ne sbatte il c...o dei suoi tifosi. Ho chiesto se fosse possibile portare via uno degli striscioni che usiamo in casa per poterlo attaccare nella curva (in passato avevo chiesto di portare almeno un bandierino logoro miseria...ma non ne ho visto manco l'ombra) e il nostro grande presidente (anca queo xè grando come l'allenator...) mi ha pure risposto che lui ha altri pensieri, che non devo rompere l'anima e arrangiarmi...

Allora sapete una cosa? Per quest'anno va così perchè c'è Toto e Ago e i miei nuovi compagni di trasferte, ma il prossimo anno se la minestra è questa mi faccio l'abbonamento alla Benetton e che vadano a quel paese! Almeno mi vedo la serie A! E magari pure con la bandiera...

Ehm, piccolo sfogo... Bene, ora vado a nanna! Ma prima metto la cremina al mio nuovo tattoo!!! O forse sono due... veramente son due disegni, ma hanno un nesso tra loro... come i due racconti del mio libro... e sempre Toto di mezzo c'è! :-D

A proposito: domani si festeggia un compleanno... (non il mio, ma forse un po'!)

Bye,
Silvia

domenica 28 dicembre 2008

novità!

Ciao!

Oh dunque, Vilmo ha inaugurato la novità del blog e cioè che ora anche chi non è iscritto può fare commenti! Eh beh, se no mi sembra proprio di parlare da sola... già son matta di mio... ;-) Perciò dateci sotto!!!
E abbiate il coraggio delle vostre azioni e cioè... firmatevi! ih ih ih! Vilmo l'ho riconosciuto per forza, anzi, a proposito: se avete intenzione di fare un giretto in Toscana andate a rompergli le scatole che lui è contento! :-) http://www.agriturismobarbi.it/

Oggi niente JesoloSanDonàBasket per sosta natalizia di campionato serie A dilettanti. Così, tanto per non perdere le buone abitudini, cosa abbiamo fatto noi tre tifosi invincibili? Siamo andati al Palaverde (cavoli è proprio verde di brutto...) a Treviso a vederci l'anticipo della serie A quella A ma proprio A veramente A! Benetton Tv vs Armani Jeans Milano!

Oh, la panchina dei milanesi era vestita Armani dalla testa ai piedi, dai jeans alle mutande (credo... non ho potuto appurare scientificamente) :-)
Come il mio solito, quasi tutto il palazzetto era biancoverde Benetton e io... da brava mestrina che si odia con i trevigiani, da milanista sfegatata e da bastian contrario che sono di natura tenevo per l'Armani Jeans!

Partitona niente male: combattuta fino all'ultimo, i milanesi han ceduto solo negli ultimi secondi sbagliando un canestro fatto e perdendo di 1! C'era pure Sky e forse il mio faccione si è visto parecchio perchè ero giusto dietro e/o sopra il tunnel per entrare negli spogliatoi dei milanesi! Come dire... me so' fatta l'ocio! ;-)

Bene, mancano 2 giorni al mio tattoo, 3 alla fine dell'anno, 7 alla sfida Toto vs aspirante Totino! Fa un freddo pestifero, domani si torna a lavorare. Signur!

Bye,
Silvia

in foto: Luca Vitali, guardia dell'Armani Jeans... oh, giuro che non lo faccio apposta, ma dopo aver notato quanto fosse caruccio ho visto che aveva lo stesso numero di maglia di Toto (10) quando giocava nello Jesolo, stesso anno di nascita (meglio non specificare, va là...) e si chiama Luca come il protagonista della storia che mi ha ispirato Toto! E' una persecuzione... Enry, quando mi porti a San Patrignano a disintossicarmi da Toto?

giovedì 25 dicembre 2008

Natale 2008


Ciao!

Ero incerta se fare un post polemico sul Natale... oppure fare l'ipocrita scrivendo tante "sdolcinerie"... alla fine chissenefrega! Diamoci sotto col panettone e sarà quel che sarà! :-)

Avete visto come ho conciato il mio Spaz per l'occasione? Anche lui è abbacchiato... credeva di essere un cane serio! :-)

Vabbè, lo dico: BUON NATALE A TUTTI! Ecco.

Bye,
Silvia

domenica 21 dicembre 2008

abbiamo un grande coach...

Ciao!

Oggi lo JesoloSanDonà Basket affrontava sul suolo casalingo il Cagliari: ultimo in classifica con 11 partite perse e 1 vinta... poraccio! Beh, il nostro è stato un tentativo non riuscito (e per fortuna) di suicidio! Ce l'abbiamo messa tutta: gioco inesistente, tentativi di canestro falliti ancora prima di cominciare (per capirci, la palla non toccava manco il ferro...), autolesionismo (i play continuavano a cascare da soli, palleggiarsi sui piedi...) e via dicendo. Quando mancavano a tabellone 4 minuti alla fine della partita eravamo, non si sa come, a +18 (poracci...i sardi scarsi son scarsi...) e a 30 secondi siamo finiti a -1!!!

Il nostro grande coach, invece di pensare che forse c'era da fare qualche sano cambio, macchè! se la prendeva con i giocatori o con chi sa chi, ma lui un esamino di coscienza no, eh!
Per fortuna (ma tanta fortuna, proprio non ce la meritavamo tanta così!) sul 63 a 62 per loro Fabio ha piazzato l'unica tripla della partita dopo una decina di tentativi completamente "sbainai" (e pensare che sarebbe il suo colpo migliore...) e siamo andati a 65-63. Grazie a dio i sardi ci hanno messo del loro impappinandosi con la palla sotto canestro e la partita così è terminata. Signur, che sofferenza! E che tristezza...

Aspirante Totino si è arenato e mi sa che lo boccio. Vi annuncio che ora ci sarà una sosta di una domenica per le festività e si riprenderà il 4 gennaio e, udite udite, con una battaglia-evento! Altro che Obama contro Mc Cain! Altro che Foreman contro Cassius Clay! Altro che Juve contro Inter! Altro che Berlusconi contro la calvizie!
Domenica 4 gennaio in quel di Forlì si giocherà la partita di basket Forlì-JesolosanDonà e ci sarà la sfida:

TOTO VS ASPIRANTE TOTINO!!!
:-D


Con la fibrillazione nel cuore per l'attesa (...) vi auguro buon inizio settimana! :-)

Bye,
Silvia
p.s. un bacio a Mary! Grazie! :-)

sabato 20 dicembre 2008

che dire...

Ciao!

Non riesco a scrivere niente in questi giorni. Né il mio libro, né il blog, né il mio diario. Nemmeno i bigliettini di Natale mi son venuti come volevo.
Forse il picco della mia crisi emotiva è passato (come farei senza il mio babbo!), ma non ci si rialza dopo giorni di febbre a 40 con un triplo salto carpiato giù dal letto, no. Poco a poco.
Ho riacceso lo stereo, riesco pure a cantare. Ok, si riparte. Però che pena certe cose nella vita...

Comunque non riesco ancora a scrivere: in testa ho mille concetti da trattare, ma poi le parole con cui cerco di esprimerli mi sembrano sempre stonate. Mi sembra di avere fra i pensieri concetti profondissimi e poi tra le mani mi appaiono solo come idiozie per chi li legge.
E poi in questi giorni ho realizzato per l'ennesima volta che nel dolore si è sempre soli. Non chiedo mai niente io, mi lecco sempre le ferite da sola. Però a volte cedo e grido aiuto disperata. Si voltano sempre tutti dall'altra parte. Forse pensano che potrebbero far finta di non aver sentito e tanto prima o poi mi passa. Certo che passa. Grazie.

Lascio un altro estratto da Il libro dell'inquietudine di Pessoa e poi prometto che da lunedì ricomincio ad essere io. Non io-Silvia, ma io-Oceanomare.

Il premio naturale del mio allontanamento alla vita è stato l'incapacità che ho creato negli altri di sentire insieme con me. Intorno a me c'è un aureola di freddezza, un alone di ghiaccio che respinge gli altri. Non sono ancora riuscito a non soffrire per la mia solitudine. Così difficile è raggiungere quella distinzione di spirito che permette all'isolamento di essere un riposo senza angoscia.
Sebbene non nutrissi illusioni su coloro che si dichiaravano miei amici, ho sempre finito per avere delusioni a causa loro, tanto complesso e sottile è il mio modo di soffrire.
Mai ho avuto dubbi sul fatto che mi si potesse tradire; eppure mi sono sempre meravigliato quando sono stato tradito. Allorché si verificava ciò che mi aspettavo, reagivo come di fronte all'inaspettato. Le mie supposizioni sarebbero di modestia stupida se svariati fatti (quei fatti che io mi aspettavo) non fossero regolarmente giunti a confermarle.
E poi non posso neppure pensare di essere stimato per compassione, poiché, anche se sono goffo e sgradevole a vedersi, non ho quell'aspetto così disastrato che permette di entrare nell'orbita della compassione altrui, così come non ho quella naturale simpatia che attrae l'altrui benevolenza anche quando essa è palesemente meritata; e poi, per quanto riguarda la pietà, io non ispiro pietà, perché non esiste pietà per gli storpi di spirito.
Tutta la mia vita è consistita in un adattamento a questo stato cercando di evitarne l'eccessiva durezza e abiezione.
E' necessario un certo coraggio intellettuale per riconoscere lucidamente di non essere altro che uno straccio umano, un folle che tuttavia non necessita di essere ricoverato in manicomio. Ma è necessaria ancora più fermezza, allorché si ha la consapevolezza di tutto questo, per adeguarsi perfettamente al proprio destino, per accettare senza rivolta, senza rassegnazione la maledizione genetica che la natura ci ha imposto.
Capirmi dal di fuori è stata la mia disgrazia: la disgrazia della mia felicità.

Voglio poi togliere un po' di pesantezza al post, riportando quello che ha dichiarato Victoria Cabello, simpatica conduttrice televisiva di MTV, alla domanda "In che cosa credi?":

Credere in Dio aiuta molto. Chi non crede è solo e deve fare un lavoro durissimo: decidere cosa è giusto e sbagliato, convivere con le colpe, non avere nessuno che lo assolva o lo consoli con l'idea che, se questa vita gli fa schifo, gli spetterà l'eternità. Chi non crede in Dio fa il bene per amore del prossimo, magari pensando che la retribuzione delle nostre azioni arriverà in questa vita. Ma poi deve fare i conti con la collega "sessualmente generosa" che fa carriera, mentre quando tu aiuti l'anziana a portare la spesa, scivoli e rimani bloccata per una settimana. C'è chi crede nella precisione matematica della sfiga. Sono tentata di crederci anch'io. Poi ci sono quelli che credono che sarà l'amore a salvarli. Ogni tanto lo penso, ma so che si può far maggior conto sulla sfiga. Ci sono poi quelli che credono nel potere o nella bellezza, che può portare al successo (e a un marito industriale). Non avendo quei mezzi, se devo far conto su qualcosa, penso al lavoro: se vedeste le mie foto da ragazza, non avreste dubbi sull'impegno che ci ho messo per ottenere qualsiasi cosa.

Bye,
Silvia

domenica 14 dicembre 2008

14 dicembre 1943


14/12/1943 NASCEVA IL MIO BABBO!!! ANZI, IL MIO BABBUZ! :-)

Ciao!

Oggi il mio fotonico babbuz compie 65 anni!!! E' diventato socialmente anziano, ma per me resta sempre più fotonico! Tanto bene io a lui! :-) Anche se non apprezza le canzoni di Ligabue, anche se non sopporta Baricco (grrrr, grrrrr), anche se dice sempre di no per poi dire la stessa cosa che dicevi tu, anche se mi fa impazzire con i verbali delle assemblee dell'associazione sportiva, anche se. Perchè mi sopporta sempre e comunque, perchè anche se mi vengono i nervi a seguire le correzioni che fa sui verbali o su quello che scrivo lui non si scoraggia e finisce sempre di spiegarmi, perchè è la persona più buona che conosco! E perchè tutto quello che sono di buono lo devo per metà a lui come cromosomi, ma soprattutto per l'impegno e l'amore che mi ha dato! E perchè io e lui siamo molto simili, come cromosomi (ma il nasone non si poteva evitare di ereditarlo?) ma soprattutto come carattere (lui i guantoni non li ha mai messi, ma è combattivo a mille! Come rompiamo le palle noi, nessuno mai!)!

AUGURONI!!!

Bye,
Silvia

week end strano, ma sempre sportivo!

Ciao!

Questo week end i miei piccenini basket hanno giocato di sabato sera in quel di verbania (sul Lago Maggiore). Jesolo - Verbania 425 km... e che problema c'è! Ormai la macchina di Maurizio va da sola! Oddio, forse su questo Maurizio avrebbe qualcosa da ridire... :-)
Il viaggio é scivolato via bello tranqui, la partita un po' meno... Non ne buttavano dentro una! Abbiamo perso con "soli" 11 punti di scarto perchè gli avversari non erano granchè, se no chissà! Giornatina un po' così... però i ragazzi ce l'hanno messa tutta!
Da sottolineare a fine partita un coro dei tifosi dell'Omegna (i nostri avversari, ormai vincenti) nei confronti del nostro attuale coach Russo, che l'hanno scorso era il loro coach. Il coro così recitava: "Sempre più ca**o, Russo sempre più ca**o"... come dire... ha lasciato un bel ricordo... :-)

Vorrei salutare il "simpatico" ristoratore che ha tanto insistito per portarci un antipasto di salumi e lo abbiamo mangiato dopo un'ora che eravamo arrivati... Il risotto dopo un'ora e mezza e tutto di strangolone perchè la partita stava per cominciare... NESSUNO PUO' PERMETTERSI DI FARMI ARRIVARE TARDI ALLA PARTITA!!! Dopo aver fatto 425 km poi! Per onor di cronaca il cibo era BBBBBBUONISSIMO, e il conto SSSSSSSSSALATISSSSSSSSSSIMO! :-(

Oggi pomeriggio si poteva stare senza sport? Eh no! A Eraclea il mio ex maestro (...) organizzava i campionati regionali di kick, sia light che full contact. Così io mi sono guardata un po' di atleti/e nuovi/e e ho salutato qualche "amico" del settore, mentre la mia tosa si guardava tutti gli atleti fighi! :-)

Ora mi aspetta una serata impegnativa: divano e dvd! La settimana a venire si prospetta parecchio dura, ma sento che ce la posso fare!

Bye,
Silvia

p.s. grazie Mary! :-)

venerdì 12 dicembre 2008

difficoltà

Ciao!

Mary ha scritto che mi sente un po' giù in questi giorni... macchè! Io giù? Ma no! Io sono GIU' GIU' GIU' GIU' GIU' GIU' e anche un pochino GIU'! Può bastare?
Purtroppo c'è una cosa che non gira bene e che mi sbatte parecchio. Oltretutto questo periodo di feste natalizie non mi aiuta per niente. E infine, quando si sta così male non si riesce nemmeno a scrivere. Quando uno riversa le sue tristezze sulle parole scritte vuol dire che sta già meglio, che ne sta già uscendo. Al momento c'è solo tanta voglia di piangere, gridare e dormire.

Perciò, anche se non sono amante del riportare sul mio blog brani altrui, questa volta lascio la parola a dei un brani tratti da "Il libro dell'inquietudine" di Fernando Pessoa. Come se li avessi scritti io...

Ma l'esclusione che mi sono imposto dagli scopi e dai movimenti della vita; la rottura che ho cercato del mio contatto con le cose mi hanno portato precisamente verso ciò che cercavo di evitare. Io non volevo sentire la vità né toccare le cose, sapendo con l'esperienza del mio temperamento al contagio del mondo che la sensazione della vita era sempre dolorosa per me. Ma evitando quel contatto mi sono isolato, e nell'isolarmi ho acerbato la mia sensibilità già eccessiva. Se fosse possibile interrompere completamente il contatto con le cose, ciò gioverebbe alla mia sensibilità. Ma quell'isolamento totale non può avvenire. per quanto faccia poco, respiro, per quanto poco agisca, mi muovo. E così, riuscendo a esacerbare la mia sensibilità attraverso l'isolamento, sono riuscito a fare in modo che i più piccoli fatti, che prima non avrebbero avuto importanza per me, mi ferissero come catastrofi. Ho sbagliato il metodo di fuga. Sono fuggito, attraverso uno scomodo stratagemma, verso lo stesso luogo dov'ero, con la fatica del viaggio che si è aggiunta al disgusto di vivere in quel luogo.
Non ho mai considerato il suicidio come una soluzione perchè io odio la vita per l'amore che sento per essa. Mi ci è voluto del tempo a capire il penoso equivoco in cui vivo con me stesso. Una volta convinto mi sono addolorato, cosa che mi succede ogni volta che mi convinco di qualcosa, perchè la convinzione per me è sempre la perdita di un 'illusione.
Analizzando la volontà, l'ho uccisa. Chi mai mi restituirà l'infanzia precedente alla mia analisi, anche se precedente alla volontà!
Nei miei parchi, morto sonno, c'è la sonnolenza delle vasche sotto il sole alto quando i rumori degli insetti si infoltiscono, e mi pesa vivere, non come una pena, ma come un dolore fisico da estinguersi.
Palazzi lontanissimi, parchi assorti, la strozzatura dei viali in lontananza, la grazia morta delle panchine di pietra per coloro che sono stati: pompe morte, grazia sfatta, orpello perduto. Mia ansia che dimentico, potessi almeno recuperare la pena con cui ti ho sognato.

///

Piove da due giorni e dal cielo grigio e freddo cade un'acqua di un colore che fa male all'anima. Da due giorni... Sono triste per il sentire, e penso a questo davanti alla finestra con il rumore dell'acqua che sgocciola e della pioggia che cade. Ho il cuore oppresso e i ricordi trasformati in angoscia.
Senza sonno e senza motivo di avere sonno, ho una gran voglia di dormire.

///

Le mie abitudini appartengono alla solitudine e non agli uomini.

Bye,
Silvia

mercoledì 10 dicembre 2008

ma dove vanno i marinai... :-)

Ciao!
Che tempaccio da lupi! Mi sa che i marinai sono in vacanza...

Oggi il mare era alquanto incazzoso! Non si sentiva la differenza tra un'onda e l'altra, era tutto un borbottare, col buio dalla riva si vedeva bene perchè era tutto bianco di schiuma! Come quando siamo nervosi per niente di preciso e stiamo lì lì per scoppiare, agitandoci contro tutti e tutto cercando disperatamente un bersaglio adatto per sfogare la rabbia! Ecco un'altra cosa che mi accomuna al mare: che poi la maggior parte delle volte la rabbia ce la facciamo passare da soli con un po' di onde e sbuffi! Ma quella volta che la esterniamo facendo qualche danno, allora siamo cattivi...

Allora prima, mentre lo guardavo tutta incappucciata nel giaccone, gli ho detto: "dai su, dai mo', cosa sarà mai?" e lui mi ha risposto "cossa vutu?" e allora ho capito che non era proprio giornata e che domani l'acqua sarà alta... :-) Vedete, non servono i metereologi!

Con ciò vi saluto e vi auguro buona mareggiata! :-)

Bye,
Silvia

lunedì 8 dicembre 2008

vittoria casalinga!

Ciao!

Finalmente i miei ragazzotti basket hanno vinto in casa! E' stata una sofferenza, come al solito, ma è andata! Questa volta pure il tempo supplementare ci hanno fatto patire!
Ma vorrei elogiare soprattutto due giocatori: Ago ed Enrico! Gli unici superstiti dello JesoloSanDonà Basket dell'anno scorso, che il nuovo "allenatore" non farebbe giocare mai perchè ha i suoi preferiti. Ma nel momento del bisogno loro ci sono e gliela fanno vedere a quello lì! Così ieri Ago si è confermato personcina seria e di buona volontà. Ma chi ha stupito tutti è stato Enrico... teribbbbbile! Ma che aveva mangiato? Pure mezzo dolorante e pur sconfortandoci inizialmente con 1 solo tiro libero buono su 5 tirati, poi ha cominciato a fare di quelle azioni modello NBA! Che secondo me non si è reso conto manco lui... :-)

Quindi, dopo i commenti post partita tra noi tifosi dello Jesolo, ci siamo trovati con quelli dell'Eraclea... davanti a fritto misto, pasta all'astice, baccalà e caraffe di vino a go go!!! Massa bel!

Ieri sera nebbione fisso, ma io, sprezzante del pericolo e forse anche un po' idiota..., ho preso lo stesso l'argine di Cortellazzo! Però oggi un bel sole e una temperatura non proprio rigida mi hanno "obbligata" a prendere la Gina: ho indossato la mia tuta da sci fucsia (così per non dare nell'occhio) e fatto brum brum per la costa! La temperatura sarà stata anche mite, avrò avuto anche i guanti da moto invernali, ma le mani congelate restano il mio tallone d'Achille! Però... massa bel! :-)

Oggi festa, domani si torna a lavurà... perciò cado in depressione e mestamente vi saluto augurandovi buona settimana...
Che si fa quando si avrebbe solo voglia di cadere in letargo fino a marzo perchè non ne va dritta una? Io intanto dormo il più possibile...

Bye,
Silvia

domenica 7 dicembre 2008

gospel!

Ciao!

Ebbene sta per arrivare il Natale e quindi non può mancare un must di questo periodo: il coro gospel! Ma questa volta è diverso: niente donnone nere cotonate e dai polmoni d'acciaio! Bensì, un coro di gente nostrana che canta in quel di Quinto di Treviso! Si chiamano Soul Singers Gospel Choir e so della loro esistenza perchè ci canta la moglie di un mio collega... :-)
Mi sono sembrati abbastanza bravi... poi, a dire il vero, per quel che me ne intendo io... Sicuramente erano meglio di me quando canto sotto la doccia!!! :-D
Se qualcuno di zona fosse interessato http://www.soulsingers.net/ ci sono le date di altri concerti. A me è venuta voglia di cantare e ballare e battere le mani gridando alleluja in mezzo alla chiesa, però vi giuro che mi sono trattenuta!

La settimana è trascorsa soprattutto in modo negativo, o per lo meno poco edificante. Ho avuto l'ennesima conferma che io e le coincidenze a favore proprio non ci capiamo... Ma questo ormai lo so da 34 anni (il primo anno di vita lo escludo solo perchè non ero ancora sufficientemente cosciente) e quindi non dovrei più stupirmi. Invece continuo a rimanerci male e crollare col sederone per terra. Mannaggia all'animo sensibile!
A proposito, è da tempo che non dico più nulla sui postini e su Cocacola! In effetti c'è mica niente da dire... Questa settimana visti entrambi, ma
- Cocacola, per quanto carino e gentile, è troppo carino e gentile... cioè, come dire... nol me ciapa, ecco!
- postini: il rasta viene troppo spesso intercettato dalle mie colleghe... antipatiche! Il romano l'ho rivisto ieri, ma qui torno a dire che io e le coincidenze non andiamo proprio daccordo...
Quindi ho deciso che devo trovare un trip nuovo se no mi annoio... ;-)

Pazienza, per lo meno lunedì è festa e non si lavora. Domani tocca partita casalinga di basket e poi un gemellaggio di tifoserie con Eraclea di fronte a una pizzotta! ih ih ih!!!

Ultima notizia e/o notizia dell'ultim'ora: il 30 dicembre vado a farmi il tatuaggio nuovo! Ne ho proprio bisogno: un segno nuovo sulla pelle che raffigura un'altra tappa indelebile della mia vita. Per me, solo per me. Per ricordare, per trarne ossigeno quando mi sembra di non farcela più e soffocare.

Bye,
Silvia
p.s. cavoli, prima del tatoo devo riuscire a tornare in piscina e battere il record di vasche! Assolutamente...

mercoledì 3 dicembre 2008

come stai? bene, grazie...

Ciao!

Succede che qualcuno ci domandi "Come stai?". Magari qualcuno che non si vede da tanto, troppo tempo. Così gli si risponde d'istinto "Bene, grazie!". Mica gli si può star là a spiegare tutte le sfumature dell'animo o le piccole incrinazioni che la vita si prende. Se poi le pieghe e le ferite sono profonde, ancora meno che cominciamo a parlarne. Sto bene!

Sono sempre gli altri che ce lo chiedono. "Come stai?" e senza pensarci rispondiamo "Bene, grazie!" e poi continuiamo a camminare sulla nostra strada un po' dissestata, inciampando qua e là, a volte ruzzolando e sbucciandoci le ginocchia. Ci rialziamo meccanicamente, spesso troppo presto, prima di aver rimarginato la ferita. Sto bene?

Ce lo siamo mai chiesti da soli "Come sto?"? Ci siamo mai fermati a guardarci bene dentro prima di rispondere frettolosamente e superficialmente "Bene, dai..."?
Dopo qualche crisi di tristezza, abbiamo sempre troppa fretta di tornare alla vita: quella fretta che vuole guarire le ferite come un balsamo miracoloso e che invece mette solo una pezza, lascia una brutta cicatrice. Per tornare ad una vita che di vita spesso ha ben poco.

In questi giorni sto vivendo delle situazioni di cui non posso parlare, che però mi riportano continuamente in contatto con la mediocrità: una condizione dell'essere umano che non riesco ad accettare. Questo accontentarsi per pigrizia, per vigliaccheria, per rassegnazione, per comodo, per pressapochismo, per mancanza di mordente, per ignoranza, per povertà, per incapacità, per falsità, per negligenza, per indecisione, per rabbia, per sfinimento, per apatia, per inettitudine, per negatività... Potrei andare avanti a sentimenti o caratteristiche negative per non so quante righe.

Ma invece di rispondere "Bene, grazie!" pensando in realtà "Male!" o "Sempre peggio!", basterebbe pensare e dire "Bene, grazie..." e, pensando realmente che sia così, convincersi che con un po' di coraggio e dignità potrebbe andare BENE, potremmo superare il gradino della mediocrità arrivando un giorno a quello del VALORE!

Bye,
Silvia

p.s. Non si sta bene perchè si ha un lavoro, un amore e la salute... c'è un dolore dell'anima che strazia più di un raffica di pugni sui denti... li ho provati entrambi, posso fare da testimone! :-)

lunedì 1 dicembre 2008

miiii ke freddo!!!

Ciao!
Amici!!! Una volta il lunedì sera era l'appuntamento fisso col processo di Biscardi... oggi invece è l'era dei miei resoconti! Sempre di week end sportivi si parla alla fine...

Intanto tolgo subito il dente dolente della notizia triste: il Milan ha perso! La partita non l'ho vista, ma il mio collega juventino sostiene che siamo stati sfigati e se lo dice lui è da crederci subito senza porsi troppe domande!

Quindi passiamo alle dolci note: trasferta basket! Abbiamo vinto! E pure in scioltezza e quasi con sufficienza! Sboroni proprio... :-)
La partita si è giocata a Fidenza: un freddo! E non mi riferisco solo alla temperatura... Comunque sabato lì deve aver nevicato parecchio a giudicare dai mucchi di neve ai lati delle strade e sui campi. Invece ieri cadeva una pioggerellina autunnale e freddina...'na miseria... E manco un banchetto di castagne abbiam beccato, mannaggia!
Tutto ciò l'abbiamo ritrovato dentro il palazzetto: da non riuscire a togliersi il cappotto dalla temperatura rigida, ho resistito senza guanti solo perchè ho applaudito spesso (robe che per scaldarmi le falangi mi metto ad applaudire anche gli arbitri...). Ma i ragazzi come facevano? Io avrei strappato anche il muscolo più insulso che ho!
Ma la cosa più infelice e ancora più congelata era il pubblico!
Z-I-T-T-O. Ma mica per protesta, no, semplicemente una specie di gatta morta! C'era il capo tifo che senza voce cercava di svegliarli fuori, ma era una battaglia persa, era fin patetico, poraccio! Avrei voluto andar là, prenderlo a manina e portarlo al bar a bersi un'ombra! Se la sarebbe passata meglio! :-)

Aspirante Totino, dopo un primo tempo un po' anonimo (che se giocavo io al posto suo cambiava poco perchè non ha mai toccato palla) è stato micidiale al tiro e ha sistemato di quelle triple che il pubblico congelato ha perfino emesso un timido "ooooooh" di ammirazione! Miiii, allora erano vivi!!! :-D
Infine ringrazio il mitico Maurizio che guida e consuma i pneumatici su e giù per l'autostrada A4, domenica dopo domenica, senza dare segni di cedimento!

Bene, vi comunico che il mio silenzio non è poi dovuto alla bolletta esosa, ma agli impegni pressanti! Voglio sbilanciarmi e fare un buon proposito: questa settimana devo riuscire ad elaborare un post serio, profondamente ispirato quasi al limite del misticismo! Perchè? Boh...

Saluto due nuovi probabili amici bloggers (il condizionale è d'obbligo perchè non so se si ricordino il nome di questo blog, ma conto che prima o poi possano farcela): Elena, che è una delle mie tose, e Severino, che ho conosciuto venerdì sera in una serata molto piacevole! E un bacio a Enry! E un abbraccio a Mary e Bitter! E a tutti gli altri... niente, tanto vi vedo! ;-) Ah aspetta, Stefano il pasticcere ha diritto ad uno sganascino perchè lui non lo vedo mica tanto, mea culpa mea culpa!

Bye,
Silvia

mercoledì 26 novembre 2008

mettetevi comodi...

Ciao!

...sono tornata... forse avevo bisogno di qualche giorno di isolamento in più, ma il bancomat mi ha fatto capire che invece dovevo tornare! ...taccagno...
;-)

Oh dunque, partiamo coi resoconti: in ordine cronologico e anche di idiozie ascoltate, comincio con il corso di boxe! Intanto, sabato mattina parto presto, direzione Assisi... non metto il navigatore perchè fino a Bologna la conosco a memoria! Si, talmente a memoria che pensando ai cavoli miei mi sono vista il grande cartello verde a forma di freccia con scritto appunto Bologna passare inesorabile alla mia destra! Cominciamo bene! :-)
Ora farò una breve descrizione dell'animale pugile che arriva all'albergo... si aggira di tuta vestito per la hall, domandandosi se gli altri simili presenti nei dintorni siano della sua stessa specie... E mentre tutti si studiano e non sia mai che qualcuno si saluti, l'animale pugile comincia a tirare fuori il petto muscoloso, a camminare lanciando pugni nel vuoto per far capire a tutti che lui è il migliore!
In questo contesto arrivo io, che pugile non sembro manco col binocolo, e mi metto in coda alla receptions per lasciare il nome. Gli animali pugili hanno un fremito e per la prima e unica volta si sentono complici nel far fronte comune di curiosità contro l'incognita. Curiosità che si trasforma ben presto in ostilità quando di carattere difendo la mia posizione in coda (c'è sempre qualche esemplare che crede di potermi passare davanti) e dichiaro "Federazione pugilistica, comitato Veneto" con la vocina da Paperino, ma con due coglioni così che i pugili e i loro pettorali si sognano! Tiè! :-)

Beh, non sto a rompere con particolari tecnici poco edificanti, ma anche questo giro ho azzittito un bel po' di ometti con classe! E alla fine del corso hanno consegnato un attestato di partecipazione simbolico ad un tecnico e ad un arbitro (le due figure interessate dall'argomento trattato) e per i tecnici hanno chiamato me! Fatto anche foto io! Stretto mano al presidente della Federazione io! Come direbbe uno che io e Enry sappiamo "sono molto soddisfatta di me stessa", come diremmo io e Enry "obolo pagato, fatto presenza, anche questa è andata, torniamo a farci il culo in palestra!" :-)

Qiundi, domenica pomeriggio da Assisi mi sono diretta a Forlì! TOTO MOMENT!!!

Piccola parentesi: il bello del navigatore è che tu segui senza porti domande le istruzioni e lui ti porta dritto dritto alla metà. Il brutto è che non hai la minima idea della tua posizione nel cosmo! Cioè: sono arrivata al palazzetto un'ora abbondante in anticipo: era in una zona deserta, con un solo bar aperto e pieno di vecchiotti. Che fare? Quanto distava il centro? Chiedo ad un vecchiotto, ma a quanto pare un'ora è troppo poca per mettersi in marcia. Si però un'ora è troppa per stare fuori al freddo senza un niente di niente! Mi sono congelata pure la patatina a stare fuori... ;-)
Ma alle 17:15 ero lì, sull'ultima fila di seggiolini, di fronte alla panchina del Forlì! E il mio Toto piccenin si stava scaldando sotto canestro e sotto i miei occhi! Presumo che ci fossero anche altri 9 giocatori in campo, ma io non me ne sono accorta... eh eh eh! Ha giocato bene e fuori di testa come sa fare lui! Mi sa che aspirante Totino ne deve mangiare ancora parecchie di pastasciutte... a proposito, per la cronaca, lo JesoloSanDonà Basket ha perso in casa... sempre peggio!

Finita la partita... ormai distrutta nel fisico, ma beata nell'animo (...) ho raggiunto Fano per due giorni di stacco totale! Ora: gli unici due giorni di pioggia e vento e freddo sono stati proprio lunedì e martedì che io ero lì a gironzolare per la città e la spiaggia! Mi si è congelato anche... meglio che non dica cosa, questa volta...
Per la cronaca: la spiaggia di sassi è stupenda, i marchigiani sono calorosissimi, i baristi ignorano l'esistenza del macchiatone ma in compenso fanno un caffè corretto (la Moretta) che è una goduria! :-)

E quindi rieccomi qua: oggi ho ripasseggiato al sole sulla mia sabbia guardando il mare blu, mi sono riappropriata del mio cane Spaz (che lavato sembra un piumino per togliere la polvere...), all'ospedale avevano perso i risultati delle mie radiografie (ma per fortuna poi sono riapparsi) e mi sono messa il brillantino sul dente!
Anch'io come Bitter sto elaborando il mio nuovo tattoo, ma purtroppo oggi erano in ferie, quindi vado venerdì! ke figo!

Bene, spero che voi tutti abbiate fatto qualcosa di interessante anche se non me lo racconterete, vi auguro buon proseguio di settimana e vi informo che, essendomi arrivata una bolletta Telecom di importo rilevante (fuori per fuori!), mi sa che condenserò i miei post e le mie elucubrazioni... tanto lo dico adesso, ma poi non ce la faccio perchè sono nata prolissa! :-)

Bye,
Silvia

in foto, io e Ambrogio (il navigatore)! :-D

mercoledì 19 novembre 2008

amici miei! Piccolissima pausa...


Ciao!

Mamma mia che settimana! Proprio sclerata giusta per essere ancora più contenti di essere in ferie la prossima! Oggi per l'ennesima volta mi sono sentita dire che quelli che cercano di fregarmi e bastonarmi lo fanno solo perchè sono invidiosi... si ok, però intanto io, che mi faccio gli affaracci miei, mi ritrovo sempre vittima di sgambetti vigliacchi e alla fine faccia a terra ci finisco io e i denti me li spacco io! Sarò anche oggetto di invidie, ma quando avrò finito i denti... :-)

Ma non voglio crucciarmi più del necessario, la giornata è stata già abbastanza patetica. Perciò ecco a voi il links del sito di Enry, www.nuke.muaythaiteam.net/ , dove potrete ammirare le mie tose! Beh, ci sono anch'io dai! Ma qui nel mio blog cerco di non mostrarmi, perciò vi onoro della foto di Tania che fa la scimmia su per il sacco! Un giorno devo spiegarle meglio come si usa l'attrezzo... ih ih ih!!!

Per Mary e per tutti voi, che ormai sarete fans sfegatati dello JesoloSanDonà Basket (...), comunico che aspirante Totino, ovvero Ricky Truccolo, è nato a Pordenone. La data di nascita la tralascio se no mi piglia la malinconia... ;-)

Quindi vi saluto: mi sa che per una settimana non ci sentiremo, snif snif sob sob! Mi aspettano però dei giorni particolari e anche intensi: sabato e domenica corso di boxe in Umbria (speriamo che gli uomini siano meglio della volta scorsa e che magari ci sia Sistole! però sono tristisssssssssima che Enry non ci sia...finora siamo sempre stati insieme, è la prima volta che mi abbandoni, perchè, aaaaaargh!!!); quindi domenica sera partita a Forlì (RIVEDO GIOCARE TOTO!!! HIP HIP HURRA'!!! FELICE IO!!!); infine due giorni a Fano a cazzeggiare allegramente! Dicono ke farà freddo... ma io resisterò! Promesso!

Speriamo resista anche Kangoo! E' il suo primo viaggetto "serio": ti immagini Bitter, con tutti questi spostamenti, quante chicchierate mi faccio con il navigatore? Devo dargli un nome... Ambrogio! :-D

Salutoni a tutti e fate i bravi!!! Vi bacio e vi ondo!!!

Bye,
Silvia

lunedì 17 novembre 2008

ke pubblico ECCEZZZZZIUNALE!!!


Ciao!

Eccoci qui: beh! Ke dire: grande domenica! Intanto vi informo subito sul risultato prima che veniate presi da una crisi asmatica post ansia da attesa(...par vera...): abbiamo vinto di un punto! Oh, non siamo mica capaci di fare una partita tranquilli! :-)
Come domenica scorsa si meritava di perdere, questa si meritava di vincere: malgrado il solito unico punto di scarto, il risultato è giusto. I ragazzi erano motivati e grintosi, ma soprattutto con la testa a posto!
Aspirante Totino ha fatto 26 punti solo lui, quindi al momento recupera e si avvicina alla promozione! :-)

Al di là di tutti vorrei fare due elogi:

- il primo al pubblico di Lodi: grandi intenditori di basket e grandi persone! Per dire: c'era la curva dei tifosi, allegramente sbandierante e coreggiante, e poi c'era tutto il resto di tifosi, famiglie e gruppi di amici, bambini come nonni, mamme come ragazzi, ma soprattutto SPORTIVI NEL CUORE! Cioè, per dire... se noi facevamo una bella azione ci applaudivano pure loro! Tutti felici e contenti! E alla fine nessuno che se l'è presa, anzi belli sorridenti a dire "pazienza, dai, è giusto così" :-)

- il secondo elogio va al capitan Ago! In questo campionato sembra aver fatto giudizio, però non gioca tanto. Finora ha fatto abbastanza bene, ma ieri sera era una forza! Quando finalmente anche il coach si è accorto che Fabio Cossa proprio non c'era, allora si è ricordato di Ago, che ha giocato alla grande e con cuore! La scena bella sono stati i due tifosi davanti a noi che ci guardano stupiti chiedendo "Ma quello è davvero Agostinetto?" e noi eravamo ancora più stupiti di loro! Modello "tirami su la mandibola per piacere"! (p.s. miiiiiii se alto però!)

Bene, detto ciò, vorrei dedicare due righe al viaggio: pranzo in quel di Sirmione sul Lago di Garda, sole a go go e... ruota a terra! Eppure siamo riusciti ad arrivare alla partita con largo anticipo perchè finalmente il navigatore ha indovinato l'indirizzo al primo colpo! :-)

Boxe! ...confesso... venerdì non sono andata a vedere il torneo... il divano mi ha vinta, ma soprattutto stesa! Però Piantato ha perso ai punti con uno bravo e gli altri due, che per effetto delle eliminatorie dovevano pituffarsi tra loro, non hanno calpestato il ring causa infortunio di uno dei due during the work. Fine. ...ops, ho nominato Piantato! Ora mi si infuriano le tose... ih ih ih!!!

Buona settimana a tuttiiiiiiiiiiiii!!!

Bye,
Silvia

giovedì 13 novembre 2008

se no le xè matte no le voemo!


Ciao!

La giornata odierna ha visto scendere al suolo tanta acqua quanta ne scenderebbe normalmemte in un'intera stagione delle piogge in Giappone! E lampi e tuoni e ancora acqua e 'vanti e gira e missia e tira e para e molla! Probabilmente il mio cane si è reso conto dell'utilità di avere una cuccia... Comunque, se a Jesolo sistemassero tombini e strade, sarebbe una gran bella cosa.

Stasera lezione con le tose... son troppo forti! Si era daccordo di farci delle foto, un po' per ricordo e un po' per Enry (l'idea originale è sua). Così poi prossima settimana vi ricordo il links del sito di Enry e ci vedete tutte!
Troppo divertente! E poi siamo troppo strafighe! Eh beh! :-) Vedrete... Ah poi bisogna raccontarla tutta: il fotografo era Roberto, "noto" peso super massimo del sandonatese! Ih ih ih, ve lo immaginate un omone di 100 kili o giù di lì a scattare foto a 4 indemoniate? Una poi... Tania a mo' di scimmia su per il sacco ve la raccomando! Se la diretta interessata mi "firma la privacy" (son proprio bancaria...) quella foto la pubblico! :-)

Che dire, dopo una settimana che mi ha vista carica come una molla pigiata, si avvicina il week end! Questo giro tocca: venerdì sera finali del torneo di boxe 3° serie a Colle Umberto, sabato riposo assoluto (casomai se proprio mi gira mi butto in vasca...non da bagno ovviamente...) e domenica trasferta di basket in quel di Lodi! Seguirà il puntuale resoconto!

Ultima notiziona: ancora una settimana di lavoro e quindi... FERIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!! :-D Ce la posso fare, sento che ce la posso fare!

Saluto con grande affetto Mary, che ha pure partecipato al sondaggio del San Martino! Bella la tattica dell'azzoppamento preventivo... ;-)

Bye,
Silvia

martedì 11 novembre 2008

san martino!


Ciao!

Volevo condividere con voi questa ricorrenza che, come mestrina, sento molto nel cuore... e soprattutto nel pancino! Ma quanto buono è il dolce di San Martino??? Io adoro quello con la cioccolata e quelle decorazioni colorate e friabili che non so che tipo di dolciume sia, ma ci sta una meraviglia!

Ma la cosa pestifera sono le palline argentate... più invecchio e più le odio! Son dure e se cerchi di morderle ti parte un incisivo! Bisogna aggredirle di molare pieno!!!

Che poi sarebbe curioso sapere come lo mangiate voi...cioè, io comincio sempre dalla testa di San Martino, poi coda del cavallo, quindi zampe, a seguire la testa della bestiola e per ultimo resta tutto il corpicione!!! 'na goduria!

Buon San Martino a tutti!!!

Bye,
Silvia

p.s. un saluto e un abbraccione a Stefano il pasticcere! Non potevo dimenticarmi di te proprio oggi :-)

post inutile :-)


Ciao!

A dire il vero, questa sera avevo voglia di scrivere qualcosa di intelligente... però stanno andando via delle giornate così insulse (a cominciare dalla nebbia, che è insulsa ai massimi livelli) che non ho nessuna ispirazione elevata...

Allora, tanto per tenervi compagnia due minuti, vi racconto che oggi mi è tornato un ritorno di fiamma dell'ormone! :-) Infatti, stamane mi sono vestita come le segretarie sessssssssy!!!
Descrissiun: lupetto ciucciato nero, gonna nera tubino poco sopra al ginocchio con spacco tattico, scarpettina rossa con fibia e tacco decente, coprispalle rosso come la scarpa e ciucciato come la maglietta e con spacco tattico sul davanti come la gonna! Ah no? Non ci avevo pensato su molto, poi però mi sentivo un po' figa perchè l'ormone aveva cominciato a venire in qua, così ho sculettato e tettonato per l'agenzia tutto il giorno! :-)

Ecco, direi che non ho altro da raccontare... ah, dimenticavo: ovviamente, a parte i miei colleghi che ormai ci stanno facendo l'abitudine, non mi ha vista praticamente nessuno... quindi non solo il post di stasera è inutile, ma pure tutto il "pareccio"...

Con questo senso di nullità e leggerezza intrinseca (ma che vorrà dire poi?), vi saluto e bacio! :-)

Bye,
Silvia

p.s. ENRY!!! SONO FELICISSIMA PER TE!!! Tanto lo sapevo io che andava tutto bene ;-)

domenica 9 novembre 2008

per un punto Martin perse la capa


Ciao!

Ma porca miseria! :-) Stavamo per assistere oggi alla più veloce, inaudita, assurda e immeritata rimonta dello JesoloSanDonà Basket sugli avversari arrivati dal Lago Maggiore e... niente, per un punto l'impresa è fallita!

Vado con ordine: partenza pessima, infatti chiudiamo il primo quarto sotto di 11 o 13 punti, adesso non ricordo. Secondo e terzo quarto il gioco resta sempre pressapochistico e incerto e non ci scrolliamo il gap di dosso, tanto che finiamo anche a meno 16. L'ultimo quarto (...il quarto appunto...ih ih ih) folgorante ripresa della nostra squadra in quanto qualche giocatore ha intuito che bastava buttarsi per terra perchè l'arbitro fischiasse sfondamento... beh, non è stato solo quello, ma comunque abbiamo rimontato tra il tripudio generale del pubblico che si è risvegliato dal torpore di colpo! Tanto che siamo arrivati a 61-64 ad una decina di secondi! Quindi ci fanno fallo intenzionale, perciò due tiri liberi e rimessa nostra da metà campo! Entrano entrambi i tiri di Fanchini, 63-64. Rimessa che mancano 7 secondi, ci placcano ovviamente, quindi l'unica è tentare il tiro da fuori... l'aspirante Totino tira e... ferro! Ma porca miseria! Toto a Chieti l'aveva buttata dentro... ci mancherebbe altro che Toto non fosse bravo-buono-bello-ecc.ecc! :-)

Vabbè, in ogni caso se vincevamo non ce lo meritavamo. Quindi va bene così, dai. Però l'allenatore è meglio che si riordini le idee... sempre che ne abbia qualcuna...
Mentre aspirante Totino ha fatto abbastanza orticaria... se va avanti così lo boccio in anticipo...
La Reyer pure lei era ad un punto: l'argentino ha anche tirato e fatto canestro, ma gliel'hanno annullato...
Infine il Milan: ha pareggiato 1-1 e così ha perso la vetta!

Invece sabato sera si è svolta la mitica seratona di kick boxing e thai boxe a Selvazzano, che verrà trasmessa prossimamente su Italia 1 (vi terrò informati). Il maestro Roberto Ravarro, organizzatore, ha fatto proprio una gran manifestazione, come sempre daltronde. Per chi ignora questo sport e vuole capirci qualcosina, consiglio di guardare con attenzione il match di Belkacem: scuola pura! Lui e il suo avversario, che ora non ricordo come si chiama, hanno dato vita ad un match tecnicamente ottimo sia dal punto di vista dei calci che dei pugni, grazie forse ad un passato di light, ma comunque i colpi si sentivano. Forse solo Enry ci ha capito qualcosa di ciò che ho scritto, ma confido in una vostra futura istruzione in merito... :-D La pallacanestro è più comprensibile, effettivamente...

Con ciò, chiudo questa settimana che mi ha vista sfiancata da una tosse modello trattore e di conseguenza ho dormito un casso! Auguro a tutti/e una buona nuova settimana! Baci e onde!

Bye,
Silvia
p.s. la domenica mi sento molto cronista sportiva...

giovedì 6 novembre 2008

messaggio ai giovani


Ciao!

Forse è un po' presuntuoso da parte mia lanciare un messaggio ai giovani. Ma non voglio essere né una maestrina, né un genitore o una zia, forse nemmeno un'amica. Questo messaggio lo lancio come una persona, quale appunto io sono, che volendo ancora giovane lo è (anche se spesso scherzo dicendo alle mie tose che sono anziana...) ma ormai non così tanto. Ma soprattutto come persona che a 20 anni avrebbe potuto saltare i fossi per lungo e non lo ha fatto... e ora che vorrebbe, fisicamente non ce la fa più... (però per largo li salto ancora facendo la mia porca figura, dai!) :-)

Quindi, tornando a noi, vorrei dire una cosa semplicissima: cercate! Provate! C'è chi ha la fortuna di imboccare la strada giusta a 15 anni, chi deve sbagliarne un po' prima. Non importa quanti saranno i tentativi, l'importante è che non vi accontentiate di camminare ai lati della vostra vita.
Non sprecate energie senza avere voglia di un risultato, non buttate vie le forze in azioni sterili. Costruite le vostre passioni col calore, da dentro. Gli anni che avete davanti sono tanti ma non troppi, potreste spaccare il mondo mettendoci la convinzione!
Tutto quello che farete deve ardere ed avere legna continua per non spegnersi mai. Se invece è proprio spenti che vi sentite, cambiate! Accendete un nuovo fuoco da un'altra parte... magari servirà ad illuminare la vostra strada giusta!
Non è impazienza, non è inquietudine, non è angoscia, non è "agonismo" quello che vi esorto a intraprendere con questo messaggio. Se decidete che il mondo vi sta bene così e non lo volete spaccare, va bene lo stesso, sempre che non sia la sfiducia a farvi pensare questo o, peggio ancora, la pigrizia. Perchè un giorno gli anni che avete davanti non vi sembreranno più così tanti...
Ho finito lo sproliloquio... perchè mi piglia così stasera? Secondo voi? ;-)
Bye,
Silvia
p.s. sabato sera seratona kick boxing e thai boxe a Selvazzano (Pd)!!!

martedì 4 novembre 2008

rx


Ciao!

Potete ammirare in foto il risultato delle radiografie che ho fatto oggi... :-)

Bye,
Silvia

on/off


Ciao!

Se ieri in qualche modo sono riuscita a prendere posizione eretta...oggi ho ceduto di schianto! Ero pure andata a letto alle dieci ieri sera, con i buoni propositi di alzarmi bella riposata alle sei e mezza, farmi una bella doccia e andare al lavoro come nuova! Invece stamattina ero un usato e nemmeno sicuro! Da rottamare...

Lo so che chi mi conosce pensa che faccio troppa attività fisica e non ne ho più l'età...per certi versi non posso neanche dargli torto. Ma non è quello il problema. La storia non si svolge nei miei muscoli o nelle mie ore di sonno. L'ambientazione è un'altra: nella mente e nel cuore, ma soprattutto in quel "qualcosa" che li unisce. E allora penso che se non facessi tutto questo movimento forse sarei già morta.
Morta di pensieri pesanti perchè compressi senza poter esplodere, di sentimenti forti però ingabbiati per non potersi esprimere, di azioni che mi si rivoltano contro perchè trattenute, di lacrime che non escono e ti senti un mattone in gola che non va mai via.

E' sempre più difficile per me fermarmi sul sentiero e ballare ad occhi chiusi con un mano sola nell'aria... (vedi film Elisabeth Town)

Vorrei ringraziare una persona che oggi, con un gesto semplice, mi ha fatto una grande coccola. Come una goccia di miele nel latte... si sente però, si sente... :-)

Bye,
Silvia

p.s. cavoli Mary, mi hai sgamata! Mi sono proprio scordata del mio Milan! E pensare che in autogrill si stava proprio guardando la partita!!! I miei ragazzotti mi han distratta... comunque: MILAN CAPOLISTA! Ah no? :-)

lunedì 3 novembre 2008

:-) Treviglio


Ciao!

Mitica e vittoriosa trasferta basket a Treviglio (Bergamo)!
Siamo partiti con la nebbia da Jesolo (dove ci raccontano sia rimasta per tutto il giorno) e abbiamo trovato una splendida giornata di sole! Il Lago di Garda era uno spettacolo!
Al punto che, presi dall'atmosfera gigiona, abbiamo pure rischiato di arrivare in ritardo in palazzetto! Veramente il navigatore di Maurizio ha fatto la sua parte, ma insomma...

Ma ce l'abbiamo fatta e il mitico terzetto di tifosi stakanovisti, che siamo noi, alle 17:45 si è piazzato in seconda fila delle gradinate! Che poi eravamo a tre metri dalla panchina, così mi sono vista bene tutti i miei ragazzotti piccenini! Quest'anno son quasi tutti nuovi, dovevo ancora radiografarli per bene... ih ih ih!

La partita è stata bella, ma il finale di più! Il primo quarto eravamo noi sopra di 9 punti, il secondo circa pari, il terzo siamo finiti sotto di 9 noi! Ma abbiamo recuperato e, a meno 1 minuto dalla fine, si stava ad un punto di distacco! Perciò, un canestro noi e uno loro e sempre lì eravamo, una volta in vantaggio noi e una loro, ma sempre di un punto! Quando mancavano 2 secondi e 3 centesimi eravamo avanti di 2 con rimessa per loro da metà campo... azione con entrata in area sotto canestro e...hanno sbagliato! VITTORIA! :-)

Questa volta, avendo appurato che il pubblico era più tranquillo di quello di Vigevano, abbiamo esultato in 7 jesolani contro tutto il palazzetto senza freni! Ecchecavolo!

I ragazzi si stanno affiatando, dai che pian pianeo femo squadra! L'aspirante Totino ha fatto 3 falli invece che 5, ha piazzato delle gran belle triple al momento giusto e perciò per questa settimana non lo boccio! Devo però fare un rimprovero al presidente che non mi ha procurato il bandierino da sventolare... in foto, capitan Ago che ieri sera l'ho visto pure caruccio...

Infine il ritorno con sosta in autogrill dove è arrivata anche la squadra...miiiii se sono alti! :-)

E oggi...rincitrullimento totale!!! Sono anziana... Quindi ora vado a nanna a fare tete a tete con Morfeo! Siamo amici di vecchia data...

Bye,
Silvia

p.s. vorrei rilasciare una dichiarazione (prima che le mie tose mi scannino): il pugile "Piantato" non esiste, me lo sono inventato, cmq l'idea del soprannome mi è venuta così... oddio, devo stare attenta quando giro la testa perchè ho il naso che sbatte dappertutto............................ ;-)

sabato 1 novembre 2008

Tom Tom

Ciao!

Ieri sera grande macchinata per la riunione di boxe di Mario Tonus a Colle Umberto! Ricordo che una riunione sono dei match, non gente che discute... :-)
Dicevo quindi, che la mia mitica Kangoo con le margherite ha trasportato ben 5 individui e pure il mio cane Spaz! Mi sento molto coach in questi frangenti!

Anche questa volta ho cercato di sperimentare il funzionamento del mio navigatore satellitare... beh, all'andata non l'ho seguito molto e finchè conoscevo le strade sono andata da sola. Per vari motivi: primo, non c'era tempo da perdere; secondo, il mio soprannome è Tom Tom...; terzo, le mie due tose sedute dietro parlavano così tanto e a tono alto che non sentivo neanche un comando del mio uomo navigatore! :-) Tose...non si sentiva nemmeno la mucca che mi segnala il superamento dei limiti di velocità! Ma quanto ciacolate? ih ih ih!
Ma al ritorno è stato una figata perchè ho impostato il percorso più breve... mi sono ritrovata in mezzo ai campi in una stradina buia e arzigogolata che non avrei mai percorso di mia iniziativa! Troppo bella, mi sa che la ripiglio con la moto prima o poi!

Unico smaronamento... il mio amico Pant! Era tutto contrariato, scocciato e che ne so! Va bene: pioveva e non c'era un lampione, ma la mia Kangoo c'ha i fari, pure abbaglianti! Pensa un po'! Niente, io che mi divertivo come negli autoscontri e lui lì a svangare l'anima!

In ogni caso, indubbiamente, siamo arrivati... I nostri tre pugili ("Piantato", Albertone e Heidi) hanno vinto tutti e sono in finale! Non hanno fatto proprio bene bene come la volta scorsa, ma il risultato ci stava tutto.

Domani mitica trasferta di basket a Treviglio (Bg)! Questa volta voglio sventolare il bandierone! Anzi, veramente al presidente ho chiesto un semplice bandierino...mica per niente, ma se siamo solo in tre tifosi contro un palazzetto agguerrito (come la precedente trasferta) è meglio sventolare con umiltà e parsimonia!
:-)

Quindi auguro a tutti buona domenica!

Bye,
Silvia

p.s.1: UN BACIO CON LO SCHIOCCO A ENRY, MA SOPRATTUTTO UN ABBRACCIO MODELLO KOALA! you know why...

p.s.2 Mary...ti saluto dal mio blog perchè sul tuo non riesco proprio ad entrarci...non carica...non so perchè...sai che sono pure poco tecnologica, quindi...boh! Volevo dirti che mi fa piacere essere tra i tuoi preferiti e quindi averti tra i miei amici bloggerssss assieme alla mitica Bitter!

mercoledì 29 ottobre 2008

...aiuto...

Ciao!

Non posso continuare così! Sono snervata dagli amori impossibili! Se un giorno mi va bene, poi però per dieci giorni non succede più un casso! E io c'ho tutta l'adrenalina che impazzisce! Come la maionese...

Poi mi tocca spararmi 100 vasche in piscina, di mercoledì! Che di solito, dopo aver lavorato, le prestazioni si riducono notevolmente e invece oggi ho nuotato come fosse sabato! Avevo la bracciata furente... :-)

Vorrei fare gentilmente un comunicato all'utenza tutta: per piacere, non proponetemi più impegni per venerdì 31 ottobre! Ma dico io, con tutte le sere libere che mi ritrovo, questo venerdì ho: la riunione di boxe organizzata dalla palestra dove sono tecnico io (quindi mi pare ovvio che ci vado...), successivamente l'amministratore ha fissato riunione di condominio (e via di delega...), quindi mi hanno invitata in due all'80 festival che fanno a Jesolo (ke quello magari...tornando dai match...si quello mi scoccia parecchio non andarci...), infine è Halloween (qui nessun invito però ci stava bene ricordarlo...). Quando ieri una collega mi ha chiesto "venerdì vieni alla cena?" stavo per svenire, ma per fortuna intendeva venerdì prossimo! :-)

Tutto ciò sopra scritto, mica perchè fosse interessante o divertente o, ma solo perchè non avevo altro da raccontare e volevo salutare comunque tutti prima che tutti si dimentichino di me... Quindi un bacione a: Enry, Laura, Bitter, Stefano, Andrea, il mio babbo, Fabio, Mary, il Direttur, Massimone e a chi sicuramente ho dimenticato perchè sono abbastanza andata... :-)

Ah! Scordommi di comunicare che: LA MIA MAMMA E' TORNATA A CASA! :-D Ancora grazie per l'affetto che le avete dimostrato!

Bye,
Silvia

domenica 26 ottobre 2008

ke kul!


Ciao!

Eccoci qua, come ogni domenica che si rispetti, a fare un po' di resoconti e punti della situazione!

Ebbene si: finalmente abbiamo vinto! Lo JesoloSanDonà Basket, dopo 3 sconfitte consecutive, ha finalmente vinto in casa contro l'Ozzano! Diciamo che ci è andata abbastanza di culo...però ci è andata! Rischiavamo quasi di non avere più giocatori perchè in tre o quattro sono usciti per 5 falli, ma in qualche modo abbiamo vinto con qualcuno che ancora giocava... :-)
L'aspirante Totino ha fatto il suo, senza eccellere ne deficere (ma come cavolo scrivo?), a parte il fatto di raggiungere quota 5 falli dei quali almeno 4 inutili... Se non aspira meglio lo boccio! (ti ricorda qualcuno questa frase Enry?)
Toto e il "suo" Forlì hanno stravinto contro il Treviglio che era pari punti loro: 109-89! Ma che cavolo mangiano???

Il Milan ha vinto 1-0, altro non so, ma per quel che mi riguarda basta e avanza.

Ieri a nuoto ho fatto le mie solite vasche, ma ne ho fatte ben 2 a delfino e senza affanno! Un fià a la (si legge aea) volta, pian pianeo, sappa pian e spensi guaivo, un passetto par volta... :-)

Infine, ringrazio tutti per l'interesse dimostrato verso la mia povera mamy! Troppo cari! Sta meglio e mi auguro che al più tardi martedì esca dall'ospedale! Il tipo paradiasiaco non l'ho più visto, in compenso mi ha ammiccato il barista...

Oggi ho approfittato della splendida giornata e sono andata a Mestre in moto! Grande Gina! Mi sa che era l'ultima uscita "sana" perchè da martedì chiamano temporali...daltronde questo ottobre è stato una meraviglia! Infatti sto ancora girando col pancino scoperto...

Bene, auguro a tutti una buona settimana e vi abbraccio con un'onda anomala ricca di affetto! :-)

Bye,
Silvia

sabato 25 ottobre 2008

mare d'ottobre, mare d'argento


Ciao!

Oggi il mare era color argento! Calmo e placido come il Piave al passaggio dei fanti il 24 maggio (...) rompeva le sue onde a riva con costanza e perseveranza... Oggi ho capito perchè a me piace il mare da terra e invece mi inquieta a pensarlo da dentro. Cioè, non che non mi piaccia farmi il giro in barca, stare in mezzo all'acqua senza vedere terra e via dicendo, ma non ci sto tranquilla, mi sento a disagio. Quell'acqua calma, silenziosa...la guardo e mi dico "dove sta la fregatura?", perchè mi sembra come quelle persone che appaiono buone e tranquille e oneste e invece ti stanno preparando lo sgambetto. Così nello stare in mezzo al mare mi sembra sempre che di colpo debba nascere l'onda anomala o che qualcosa esca dall'acqua scura e mi trascini giù...
Al di là della battuta che mi faccio da sola e cioè "ma in che film?"... volevo fare un paragone più serio e cioè, che a me piace il mare dalla riva perchè il mio animo assomiglia a quella parte di mare...dove, dopo aver montato l'onda per chilometri, infine si rompe! Si infrangono le onde mature, ma anche quelle più nuove, nate negli ultimi metri. Tutte, non se ne salva nessuna. E dopo essersi sbriciolate, dopo aver fatto scoppiare tutta la vitalità in esuberante schiuma, dopo aver ceduto, finalmente giunge la pace.
Così sono io: sempre a pensare, valutare, voler capire. Sempre con idee nuove, voglia di migliorare, di progredire, cambiare. Solo che poi, vuoi la sfiga o vuoi la vita o vuoi che non oso mai abbastanza, finisce sempre che l'onda arriva a riva e si frantuma. Sono le mie crisi... poi sto meglio, ma tanto so già che ne sto combinando già di nuove e...
Questa sono io (alla Biagio): la riva del mare...

Ringrazio Mary e Bitter per gli auguri alla mia mamma e per le belle parole di conforto. E' vero Bitter, dovrei metter da parte la corazza e prendermi le coccole che forse un po' merito, ma è difficile...ho sempre paura a mollare, come se lasciassi la presa all'appiglio che mi tiene su e così mi ritroverei a sprofondare per sempre... Signur, terrificante! So che non dovrebbe essere così, però...
Comunque la mia mamy sta fisicamente meglio, l'operazione è andata bene. Però il morale è a terra, piccola! Speriamo esca domenica o lunedì al massimo: oggi le ho tirato su una costa (come si dice qua) con la storia del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, ma i prossimi giorni che le racconto? :-)

Bye,
Silvia
p.s. non saprei dire se gli infermieri dell'ospedale di Mestre siano meritevoli, ne ho visti ben pochi e neanche sto granchè. Ma chi se ne frega, perchè oggi ho avuto un incontro che vince su tutti...il figlio di una sioretta ricoverata nel reparto di mia mamma e con la quale la mia genitrice ha fatto comunella! Anch'io avrei fatto volentieri comunella con quel surrogato di paradiso, ma mi sa che dovrò invece farmi un'altra bella dose di purgatorio... Amen :-(