lunedì 31 dicembre 2012

'GURIIIII!!!

Ciao!

Ed eccoci al quinto compleanno di questo blog! E, puntuale come il discorso di fine anno del presidente della repubblica, ma spero non altrettanto inutile... arriva questo post. Di conclusione di un anno, certo, ma soprattutto di inizio di un anno nuovo. Rinascita quindi!

E' stato strano questo 2012... se ci penso a bruciapelo mi verrebbe da cancellarlo, la sensazione che ne esce è di malessere. Se però vado a ripercorrere tutto ciò che ho fatto, di cose da salvare ce n'è: tante e belle. Alcune anche meno belle, ma che aiutano a "crescere".
La cosa che continua parecchio a farmi incazzare, però, è che ogni cosa bella l'ho ottenuta con troppo sudore e fatica. La serenità dovrebbe essere un diritto, non un trofeo di guerra.

In quest'anno mi viene da ringraziare soprattutto Luca: credo sia stato l'unico che ha veramente cercato di darmi una mano per qualcosa di mio. Se dimentico qualcuno, chiedo perdono. Sapete come sono, scrivo di getto!

Vi lascio con una poesia appena letta, auspicando sempre che ci sia in ognuno di noi un pensiero per chi è solo.

Anno, portami lontano
dalle cose ripetute
fa' che non sia vano
il restare solo
e consenti il volo
alle cose perdute.
(Carlo Levi)
 
Bye,
Sly

martedì 25 dicembre 2012

I wish you a...


Ciao!

Questo blog, per mezzo della sua autrice, non augura niente a nessuno in occasione delle festività natalizie, in quanto il Natale è ricorrenza religiosa e chi crede sa bene dove celebrare.
Questa pagina augura una vita serena  a chiunque per tutto l'anno, auspicando che le famiglie si ritrovino più di una volta all'anno, almeno per differenziarsi dalle riunioni di condominio...


Poi la mia naturale punta di acidità, mi portava a pensare...e dopo c'è gente che ha il coraggio di criticare Halloween! Almeno quella è una festa pagana! Ma Natale cosa c'entra con luci sparaflashanti attaccate su ogni centimetro di casa e su ogni ramo d'albero? La campagna sembra una gara a chi gli schizza prima il neurone a forza di fissare subdoli impulsi luccicanti... 

Comunque, sempre pagani complimenti a chi ha idee come quelle della foto! :-)

Bye,
Sly 

sabato 15 dicembre 2012

Crazy world

Ciao!

Come non affrontare il problema della presunta fine del mondo? Sia mai che si sorvoli su tale tema... Con tutte le scemenze che ci sorbiamo, questa non si può mica evitare...

Se mi seguite almeno da un po' sapete già che per me il mondo finisce quando chi ha acceso la luce decide di spegnerla. Chiamatelo dio o big ben, ma sicuramente non verrà a dirci di procurarci delle candele...

Ora, ciò che mi preoccupa sono gli invasati: quelli cioè che, convinti veramente della fne, cominciano a dare di matto compiendo atti dai risvolti ben peggiori della fine del mondo. Soprattutto perché la fine non ci sarà, ma le conseguenze sì.

Così assistiamo all'ennesimo episodio del deficiente americano che si impossessa di armi, che girano liberamente per le case degli statunitensi, e si reca tranquillamente ad ammazzare 26 persone in una scuola. Tra le quali 20 bambini. Vigliacco, sui bambini si deve solo costruire. 

Oppure abbiamo Berlusca che ogni mezzora cambia idea se candidarsi o meno e con chi... per poi arrivare a dire che se si candida lo farà solo con Monti alleato. E allora che ti voto a fare, mi tengo quello che ho così mantengo una sfiga sola!

Mi rendo conto che i due episodi succitati siano di spessore ben diverso. Era solo per dire che di cose ne succedono tante e variegate. Ma che questa non è la fine del mondo. Purtroppo E' il mondo.

Bye,
Sly

domenica 25 novembre 2012

donne e violenza



Ciao!
Oggi si celebra la giornata contro la violenza sulle donne. Ci sta.
Io personalmente nutro dello scetticismo verso queste giornate che domani sono già finite nel dimenticatoio, ma piuttosto che niente… piuttosto che un pugno nell’occhio…
E’ solo che trovo sia tutto così sterile se preso singolarmente, che sia tutto così finto. La violenza fisica dell’uomo sulla donna si nota, è palese, dacché natura ha voluto che l’uomo fosse fisicamente più forte. Voglio dire, ci sono anche parecchie donne che alzano le mani sugli uomini, ma siccome il danno è limitato tutto passa. Non è così. La condanna non deve dipendere dal fatto se ti ho ammazzato o meno, ma dal fatto che volevo ammazzarti.
Ma una cosa che soprattutto e più seriamente vorrei far notare, è che oltre alla violenza fisica ce n’è una più subdola e dannosa, eppur meno chiassosa, che è quella psicologica. Non prendermi uno schiaffo, ma subirmi le solite batute idiote “sei acida, trovati un uomo”, mi fa più male. Notare che in quasi tutti i posti di lavoro la donna deve faticare il doppio se non il triplo per ottenere lo stesso risultato dell’uomo a causa dei pregiudizi, mi fa più male. Vedere donne comportarsi come gli uomini altrimenti non vengono considerate in certi ambienti, mi fa più male.
Non sarei mai stata una femminista negli anni dei grandi cortei e delle ritrovate rivendicazioni. Io credo che la natura abbia scelto per l’uomo e per la donna il ruolo che dovrebbero avere nella società. Perché ci riesce così difficile accettarlo e rispettarlo?
Pertanto oggi il mio è un no alla violenza, in senso totale: violenza fisica, ma anche verbale e comportamentale. Di ognuno verso tutti, del grande sul piccolo e viceversa del debole sul forte. Anche domani e dopodomani…
Bye,
Sly 

giovedì 22 novembre 2012

Reading concert


Ciao!

L'immagine che vedete è la locandina di un evento poetico e musicale che si terrà domenica, ideato e realizzato da due bravi e affermati musicisti quali Massimo Zennaro e Gianluigi Cavaliere.

Spesso nel mondo dell'arte, ma anche nella vita di tutti i giorni, si ricerca la collaborazione, ma altrettanto spesso si fatica a realizzarla. Eppure, l'unione di due forze non ne fa una forza doppia... bensì tripla, quadrupla e anche di più! Se le parole da sole entrano nel cuore, con la musica giusta lo riempiono come un fiume in piena!

Bye,
Sly

lunedì 12 novembre 2012

Stelle polari

Ciao!

Io non posso prometterti di avere, un giorno, quindici anni di meno. Non posso darti il calore di una mamma, né l'affetto di una sorella. Non posso allenarti, né istruirti.
Non c'è tempo per noi, non c'è l'intimità dell'amicizia, nessuna relazione. Se non quella che c'è e non c'è.
Quella di pensarti augurandoti ogni bene, con tutto il cuore. Quella di seguirti, potendo, anche in capo al mondo per vederti giocare. Per poterti dire "Sono qui per te!" e godere della tua espressione incredula ed emozionata mentre chiedi "Per me?"

Bye,
Sly

p.s. questo blog è nato con Toto e di Toto si ricorderà sempre! El me piccenin!

lunedì 29 ottobre 2012

Calore

Ciao!

Non amo citare altri autori nel mio blog, penso di sapere e dovere usare parole mie. Ma a volte è doveroso e a volte è necessario! Gibran inquadra entrambe le situazioni! Ma soprattutto le parole ti vengono a cercare e, quando ti trovano, non vanno lasciate andare...

CALORE

Sono nel bisogno, sì,
nel bisogno più disperato,
ma non d'oro e d'argento.
Ho bisogno di un rifugio.
Ho bisogno di un luogo
ove posare il capo e i pensieri.
Ho cercato in ogni locanda,
e ho bussato a ogni porta,
ma invano.
Sono entrato in ogni negozio,
ma nessuno si è dato pena di servirmi.
Non sono affamato: sono ferito.
Non sono stanco: sono deluso.
Non cerco un tetto: cerco una dimora umana.
Ho bussato alla tua porta mille volte,
e non ho ricevuto risposta.

Bye,
Sly

sabato 20 ottobre 2012

Remembering SIC


Ciao!

Domani si correrà il GP di Sepang, dove circa un anno fa Marco Simoncelli perse la vita e ci lasciò orfani del suo sorriso.

In quei giorni  ho maturato delle parole, che oggi ho cantato in una breve canzone. Un saluto a lui, ma soprattutto ai suoi genitori, che stanno soffrendo più di tutti, e ai suoi amici.

http://www.youtube.com/watch?v=8deZbkngDxk

TESTO

Goodbye my friends
forget my face but remember my smile
Goodbye my friends
please forget me but remember my life

C'era qualcosa
c'era la luna
regalami una rosa
prestami la fortuna

C'era il sole stanco
un letto vuoto accanto
guarda il cielo
che strazio che veleno

Goodbye my friends!

Bye,
Sly

domenica 14 ottobre 2012

Sincerità, ovvero come scoprire il petto e farsi colpire


Ciao!
Guardo sempre le persone negli occhi quando ci parlo.
Lo faccio d’istinto, lo considero un segno d’attenzione e di sincerità.
Anche per questo odio i telefoni, dove non vedo chi mi ascolta come mi considera e nemmeno io riesco a farmi vedere e capire.
Adoro esprimermi con le parole, ma ancor di più rafforzare il significato con l’espressione del volto. A volte correggere le parole stesse, che non sempre escono come uno vorrebbe.
Non so fingere.

Eppure ci sono delle situazioni in cui abbasso volutamente gli occhi, distolgo lo sguardo dal mio interlocutore. Succede quando lo sdegno che provo per costui o costei, persona meschina o semplicemente ottusa, non mi permette altra soluzione che mangiarmi tutto quel veleno. Non posso sputarlo o non servirebbe. Così abbasso gli occhi per non fargli vedere quanto mi sento brutta a provare certi sentimenti. Che egli stesso m’ispira, ma di cui non si prende paternità alcuna.

Quando non riesco a scambiare lo sguardo non è per vigliaccheria, non è per cedere le armi al più arrogante o maleducato. E’ solo per cercare di non alimentare un tarlo che mi uccide dentro. Per non regalare ai porci le uniche perle che un cuore può far brillare.

Bye,
Sly

giovedì 27 settembre 2012

C.C.C. Cercasi disperatamente Eroe!


Ciao!

C’è chi il proprio Eroe lo incontra fin da piccolo nelle pagine di un fumetto, chi invece lo scopre quando è un po’ più grande mentre sfoglia distrattamente le pagine di un libro di storia.

Che si chiami Uomo Ragno o Che Guevara, cambia qualcosa a livello storico, ma ha ben poca importanza ai fini ideologici. L’Eroe è dotato di tre indubbie caratteristiche, che difficilmente l’uomo comune riesce a perseguire: Compassione, Coraggio e Corenza. Come disse Che Guevara: “Lasciate che vi dica, anche a costo di sembrare ridicolo, che il vero rivoluzionario è mosso da forti sentimenti d’amore”. Come disse l’Uomo Ragno: “I miei poteri: la mia forza e la mia maledizione!”.

Indubbiamente L’Eroe è anche colui a cui la fortuna arride e un dio anche.

L’uomo medio ha bisogno di un Eroe, per sognare un mondo migliore che lui non crede di saper costruire tutto da solo. Senza rendersi conto mai, che da da soli non si è nessuno. E che in mancanza di una figura portentosa, si potrebbe creare un popolo eroico, perché l’importanza dell’Esempio è fondamentale.

Anche l’Eroe non è invincibile, anche l’Eroe muore (per uccisione o per edizione limitata…).

Ma l’Eroe non invecchia mai.

Bye,
Sly

 

sabato 22 settembre 2012

Teoria dell'uovo di Pasqua



Ciao!

Oggi ho prodotto tale considerazione:

Quando agitando un contenitore l'oggetto ivi contenuto sbatte ripetutamente contro le pareti del contenitore stesso... o il contenitore è troppo grande o l'oggetto è troppo piccolo. Cio spiega taluni malesseri psicologici e sentimentali. Ma anche la fregatura commerciale dell'uovo di Pasqua.

Meditate bene sui contenitori e sul contenuto della psiche e dei sentimenti... poi l'uovo di Pasqua va da sé! :-)

Bye,
Sly 

mercoledì 19 settembre 2012

Donna sola alle prese con orda di scarafaggi

Ciao!

Stamane alzommi gaudiosa e sollevai la persiana sul mare blu! Quindi, dopo lauta colazione, mi accinsi a stendere i panni appena resi lindi dalla lavatrice. Mentre compivo tal gesto, scorsi su una canotta una piccola bestiolina nera, grande come una mezza formica, con il corpo a forma di goccia… delicatamente le opposi pollice e indice a fionda facendola volare leggiadra nell’aere!

Ma dopo un po’, altra bestiola e altra sorte, ma le bestiole cominciavano ad essere un po’ troppe. Girommi, ne scorsi alcune sul vetro e cominciai un’azione di spiaccicamento preventivo… coriacee le bestioline, ma soprattutto moltiplicossero senza tregua!
Decisi di passare alla guerriglia. Primo: trincerarsi. Secondo: informarsi sul nemico e sui suoi spontamenti. Terzo: annientarlo!
Primo: sbarrai porte e finestre in tre nanosecondi. Solo a intervalli di un nanosecondo la mia testa faceva capolino per osservare la situazione… bestie immonde su tutte le pareti e il soffitto del terrazzo!!! Il vetro appariva sempre più tappezzato e il cielo nero… ma a dire il vero il cielo era in procinto di scaricare pioggia, quindi il dato non sussiste.

Secondo: decisi di raccogliere informazioni dall’edicolante qui sotto, l’edicolante è come il parrucchiere, nulla gli sfugge, sicuramente lui sa… Sì, l’edicolante quando deve sapere non sa un cazzo. “Bestie? Mai viste bestie… Nere? Ma di che forma? Mai viste bestie…”. Ecco che entrò l’avventore: donna casalinga molto utile alla causa! Interpellata, però, non delucidommi su che bestie fossero, ma suggerommi  opportuno spacciatore di armi chimiche!

Terzo: raggiunsi agguerrita lo spacciatore, con tanto di ostaggio dimostrativo. Pur’ello (lo spacciatore) guradò l’esemplare con sorpresa, tanto che l’ostaggio cominciò ad avere crisi d’identità… Decidemmoci per arma chimica a spruzzo, contro tutto e tutti indistintamente. Consultai per sicurezza il foglietto informativo, assieme all’ostaggio nella speranza che si autoriconoscesse nelle foto segnaletiche, ma tutto fu inutile. Quindi, armai il mio braccio di acido e spruzzollo sul tappeto di bestie immonde che ormai faceva da carta da parati al mio terrazzo, accompagnando tale azioni con grida di guerra modello “muori bastardo! Crepa carogna!”. Fumi di guerra alzossero in uno sterminio di massa furibondo! Prima di una ritorsione organizzata e auspicando una veloce agonia, ripresi posto in trincea…

Epilogo: non so se siano morte per l’arma o per l’annegamento… ma per ora nel raggio di qualche spanna non c’è traccia di vita immonda, a parte qualche sventurato che ancora plana sul vetro perendovi di spiaccicamento furtivo! Attendo con ansia la notte: ho paura che si riorganizzino…

Bye,
Sly

 

giovedì 13 settembre 2012

Solitudini in compagnia

Ciao!

Stavo bene tra me e me, ero tranquilla. Costruivo un mondo tutto mio di immagini e parole: le usavo a mio piacimento, le creavo e le distruggevo, le plasmavo e le trattenevo, le modificavo e le gettavo. Non stavo bene?
Eppure la vita chiama, subdola e accattivante, grazie a dio lei è donna e, tenace, non molla! Ma per quanto sia bello ciò che della vita mi richiama alla vita, ho paura.
Devo riporre i miei giocattoli nella scatola, vestirmi bene e stare composta: non so se faccia per me, non so quanto resisterò.
Magari nascondo un trenino nella tasca e se trovo altri bambini chiederò loro "vuoi giocare con me?"...
Sly

domenica 26 agosto 2012

La luna dei sogni impossibili...



Ciao!

Ieri è morto Neil Armstrong, il primo uomo a mettere piede sulla luna il 20 luglio 1969! Uno di quei fatti per cui si emozionerebbero anche i sassi, per dire.

Cos'è la luna? Un pianeta fascinoso o la luce di tutti i nostri sogni inespressi? Entrambe le cose e lo sbarco dell'Apollo 11 ci ha detto che possono essere una cosa sola e dolcissima!

Cala la notte, sorge la luna. C'è chi l'ha toccata con i piedi, chi con gli occhi, ma i più fortunati le hanno parlato con il cuore! Volate più in alto del cielo, sogni miei, volate e accarezzatela questa luna profanata da tutti e rubata a nessuno... :-)

Bye,
Sly 

martedì 14 agosto 2012

London 2012: the end :-(


Ciao!
Scusate il ritardo con cui mi propongo con questo post, essendosi le Olimpiadi concluse già da due giorni… ma al mare la settimana di ferragosto risveglia istinti animaleschi primordiali che quasi non ci si crede…

Bene! …cioè, non tanto bene: i giochi si sono conclusi con il mio mitico pugilato, ma Cammarelle si è portato a casa “solo” la medaglia d’argento. Che sarebbe mica male di per sé, se non fosse che gli hanno scippato l’oro! E’ che succede sempre che si ritrova in finale con il pugile di casa: quattro anni fa aveva un cinesone ogm, ma per fortuna l’ha abbattuto con un ko che non lasciava spazio a dubbi. Un ko è un ko…
Invece quest’anno si è trovato davanti un inglese… Il Camma ha vinto le prime due riprese, la terza sembra averla persa (e già qua…), punteggio finale ai punti 18 a 18. Pari? Macché, una finale deve avere un vincitore: mica chi ha vinto due riprese su tre, mica chi ha combattuto meglio. "Ovviamente" il vincitore è l’atleta di casa! Io avrei reagito con un ko postumo…

La copertina che vedete in foto è di un libro che mi hanno regalato degli amici domenica… scritto da uno sportivo fattosi scrittore/giornalista (come me!), molto divertente, se non che narra la storia di un ex pugile diventato poliziotto, ma che da pugile aveva perso la medaglia d’oro alle olimpiadi di Seul contro un coreano! Ammazza che sfiga premonitrice…

Comunque anche questi giochi si sono conclusi e malgrado tutto portiamo a casa una medaglia in più rispetto a Pechino. Adoro sempre le cerimonie di chiusura: meno rigide, più spassose, ma soprattutto colorate delle tute dei vari paesi e riscaldate dalla fratellanza dei vari popoli!!! Ci rivediamo a Rio tra 4 anni! Come farò a resistere?
Bye,
Sly

giovedì 9 agosto 2012

Siate forti, ragazze! Per Tania e Vanessa.


Ciao!

Siamo alla seconda settimana di Olimpiadi! Gli italiani stanno facendo il bello e cattivo tempo in sport particolarmente adatti alla panciuta fisicità italiana: pistola, tiro al piattello, carabina, tiro con l'arco! Ma per fortuna anche nella scherma abbiamo fatto bene, come da tradizione.
Il nuoto ha ceduto il passo alle nuove generazioni, come sarebbe giusto, ma anche al gossip, che non sarebbe bellissimo...

Resta il fatto che abbiamo delle donne sportive formidabili! Oltra alla 48enne Josepha Idem che sembra immortale (sportivamente parlando), la ventenne Jessica Rossi, le fiorettiste Elisa Di Francisco-Arianna Errigo-Valentina Vezzali, la maratoneta Valeria Straneo! Ma questo post vorrei dedicarlo a Tania Cagnotto e a Vanessa Ferrari: la prima, la nostra migliore tuffatrice di tutta la storia, ha perso la medaglia di bronzo per 20 centesimi. L'ennesima beffa olimpica in una carriera che comunque l'ha vista al top a livello mondiale ed europeo. 

Ma ancor peggio è andata alla ginnasta Vanessa Ferrari: ripresasi dopo un infortunio che l'aveva privata della parecipazione alle scorse olimpiadi di Pechino, ha bene eseguito il suo esercizio di corpo libero ottenendo il punteggio del terzo posto che le rendeva giustizia. Sfortunatamente un'altra ginnasta ha ottenuto lo stesso identico punteggio, ma per regole particolari della ginnastica è salita sul podio al posto della nostra Vanessa.

E' inutile dire che le lacrime di Tania e Vanessa fano male al cuore, sicuramente più vere e sincere e sofferte di quelle del dopato Schwazer... Spero con il cuore che continuino la loro cariera dopo lo sconforto e le voglio ricordare con una foto di Vanessa sorridente e bella!

Bye,
Sly

venerdì 27 luglio 2012

OLIMPIADI DI LONDRA!!! Let's go!!!



Ciao!

Non ho molto da dire: i prossimi 15 giorni sarò in estasi sportiva!!! Che tutto sia bello, corretto e spiritualmente olimpico!!!

Bye,
Sly

sabato 21 luglio 2012

Mestre? No, terra di Mordor...


Ciao!


Purtroppo ricordo pochissimo i sogni che faccio, o forse per fortuna, dal momento che se si dorme profondamente si dimenticano…
Comunque stanotte ne ho fatto uno dei miei che vale la pena raccontare!
Premessa dovuta: casa dei miei, dove una volta vivevo anch’io, è un grande appartamento al sesto piano di un condominio con ascensore. Quelle scatolette 1mx1m da 4 persone max 320 kg, per capirci, che se sei in 4 adulti ti aliti sul muso il pranzo di tre giorni prima…


Partiamo con il sogno… Mi era stato affidato da qualche grande mago un cavallo nero in custodia, atmosfera modello Harry Potter o Signore degli anelli, ecco. Così io ero a casa dei miei co ‘sta bestia e con Spaz (il mio cane). Il problema è che il cavallo sarà stato pure fatato e in teoria doveva avere un portamento molto figo per essere all’altezza della situazione, e invece dormiva a pancia in su e correva come un pazzo peggio del mio cane! Il quale continuava a saltargli sopra e addosso, tanto che ad un certo punto il cavallo ha mostrato i canini modello cane lupo! Al che ho preso Spaz e l’ho lanciato in camera prima che venisse sbranato, quindi hanno cominciato a suonare alla porta…


Sono entrate e uscite un sacco di persone, sconosciuti ben vestiti, sconosciuti vestiti normali, mia mamma e mio papà che parlavano con questa gente e poi questi se ne andavano, ma altri ne venivano. Tanto che il cavallo fatato (…bufala, me l’avevano venduto taroccato secondo me…) ha preso la porta ed è fuggito a mezzo ascensore!!! Allora mi sono agitata e volevo uscire a cercare il cavallo se no Mago Merlino o chi per lui che me lo aveva affidato s’incazzava come un toporagno!!!


Ma in quel momento arrivano Jorge Lorenzo e Valentino Rossi e si accomodano tranquillamente sul divano con altri sconosciuti e con i miei genitori per… guardare il moto gp! Lorenzo era inviperito perché infortunato, Vale probabilmente si era stufato di correre con una motoretta della mutua. Tant’è che io affranta, perché nessuno mi considerava, vado in camera mia a vedere come sta Spaz e trovo la camera tutta sottosopra, da sistemare, come se avessi appena traslocato e dovessi aprire scatole e scatoloni. Mi è presa una stanchezza assurda e sono tornata in salotto.


Finale travolgente: Vale mi guarda, io lo guardo… lui si alza e viene verso di me… e mia mamma mi dice che di là ci sono i piatti da lavare! Però Vale mi ha abbracciata ed è venuto con me a lavare i piatti!!! :-)


Se qualcuno trova un cavallo nero dalle parti di Via Bissuola è pregato di restituirlo a Sauron…


Bye,
Sly

mercoledì 18 luglio 2012

La nuotata orgasmica della Pellegrini

Ciao!

Meno 9 all'inizio delle Olimpiadi di Londra! E puntualmente la nostra Federica Pellegrini ci informa che lei fa tanto sesso, prima dopo durante le gare! Cioè, voglio dire, pure 4 anni fa ci aveva coinvolto in questo suo personale frangente di vita... e io pensavo che, avendo allora 21 anni, fosse presa da entusiasmo per la nuova scoperta! Tanto da non potersi tenere per sé cotanto divertimento!

Invece dopo 4 anni rieccola! Per carità, finché vince faccia quel che vuole... resta il fatto che non me ne frega proprio niente. Mi auguro che resti orgasmica la sua nuotata, così godiamo anche noi con lei.

Bye,
Sly

sabato 14 luglio 2012

info pre olimpiche

Ciao!

Sono ancora viva, ma essendo in fase creativa risulto un po' assente! Inoltre, sto ultimando la preparazione olimpica... oh, mica facile passare 15 giorni davanti alla tv!!! Devo organizzare bene il divano...

Sappiate che la mia raccolta di raccontini "La BOXE raccontata al FEMMINILE" sbarcherà a Londra e nel villaggio olimpico tradotta in inglese con il titolo "Tales about BOXING written by a WOMAN"! Mi espando!!!

Per intanto... buona estate!

Bye,
Sly

lunedì 2 luglio 2012

Europei 2012 ESPAGNA!


Ciao!

Mentre l'Italia sta ancora pensando se è meglio la coppia d'attacco Cassano-Balotelli o Di Natale-Quelcheè la Spagna ci infila 4 volta con 4 uomini diversi! Tra cui due "panchinari" (averne di panchinari come Torres!).

Ma la difesa italiana è delle migliori... infatti i 4 gol sono arrivati sul famoso filo del fuorigioco usato ad arte dagli spagnoli

C'è poco da fare: stasera abbiamo assistito ad una lezione di calcio e in cattedra c'erano le furie rosse! Tripleta storica e tanti complimenti davvero!

Bye,
Sly

lunedì 25 giugno 2012

"accontentiamoci" del cucchiaino...



Ciao!

Ebbene siamo in pieno svolgimento degli europei di calcio: potevo io stare muta-muta? Sia mai! :-)

La nazionale italiana vi è arrivata poco quotata, con una cammino di qualificazione incerto, un'ultima amichevole persa malamente, giocatori da nomi che in molti non avevamo mai sentito e raccattati da don Prandelli (che probabilmente pensava di dover fare opera di carità per il patronato), altri lasciati a casa perché implicati con l'ennesimo scandalo del calcio scommesse. Non male... di solito quando partiamo così ci viene in soccorso la paraculaggine e finisce pure che lo vinciamo il torneo...

La prima partita è con la Spagna, campioni d'Europa e del mondo, e portiamo a casa un dignitoso 1-1. Solo che la squadra non convince, soprattutto quei due in attacco là davanti... Balotelli e Cassano... Scusate, ma questo è il mio blog e non posso tenermi tutto dentro, perciò mi chiedo (come me lo sto chiedendo da anni…): MA CASSANO??? Qualcuno potrebbe spiegarmi perché il calcio avrebbe bisogno di lui?

Ma procediamo velocemente con il riassunto della puntate precedenti: la seconda partita fuori i due “attaccanti” e dentro altri due… un certo Di Natale, per dire, uno che è capocannoniere della serie A… tanto per rendere l’idea… Poi non ho capito: ma Giovinco ce lo siamo portati dietro solo come orsetto portafortuna?

Seconda partita con la Croazia… pareggio: come sempre, mai una volta che ci si qualifichi senza affanno! Oltretutto c’era pure il pericolo del biscotto tra le avversarie alla terza e decisiva partita.

Che giochiamo quindi con gli irlandesi guidati dal Trap… scarsi, ma talmente scarsi… e noi forse più di loro: a metà del secondo tempo eravamo ancora 0-0!!! Grazie a dio si sono svegliati quei due là davanti e l’hanno messa dentro. Si va ai quarti con l’Inghilterra.

Così ieri sera comincia l’agonia. Gli inglesi, vestiti di bianco e fermi come stoccafissi, sono stati scambiati dai nostri per birilli del bowling! Infatti gli uomini d’azzurro vestiti correvano come forsennati e tentavano d’imitare la Spagna con un decente quanto sterile possesso palla, lanciando improbabili cannonate da fuori area che finivano puntualmente addosso ad un omino bianco! Nessuno vi ha detto che per tirare dovreste avere libero davanti tra voi e la porta? Il famoso specchio della porta…

Mentre gli inglesi di Hodgson guardavano gli italiani di Prandelli affannarsi inutilmente per 90 minuti e poi per altri 30, questi ultimi cominciavano a crollare come i soliti birilli per crampi, acciacchi e sbattimenti vari!

Ai rigori il destino ci ha dato ragione, meritavamo noi di passare: se non altro per come ha tirato il rigore Pirlo! Un giocatore molto zen… o sborone, come preferite! Un cucchiaio alla Totti, o forse un cucchiaino, che in molti anelavamo in cuor nostro! Almeno per la nostalgia…

Ora io credo che, vista la nostra storica paraculaggine, potremmo anche vincerlo ‘sto europeo: ma come ai mondiali del ’82 e per certi versi anche a quelli del 2006… non venitemi a dire che la squadra gioca bene ed è la migliore che abbiamo mai avuto!!! Ma soprattutto, che i telecronisti rai smettano di guardare un’altra partita per fare commenti allucinanti!

Ma ancor di più: io ho cominciato l’europeo con un concetto in facebook, cioè che io NON TIFO per QUESTA iTALIA! Non è pulita, non è intelligente, non ha classe, è effimera e inconcludente. Più del solito. Non vale un cazzo, insomma. NON TIFO per QUESTA iTALIA non perché deficiti di valore tecnico (ke co tutti i skei ke gira el calcio in italia dovaressimo zogar a occi serai), ma perché NON HA VALORE MORALE E SOCIALE! (la i minuscola su italia non è un errore, ci tengo a precisarlo...). Continuo a pensarla così: non sto dicendo che i ragazzi in campo non ci mettano l’anima e non ci tengano, vorrei anche ben vedere!!! Non sopporto più però chi dice che sono stati dei leoni in quanto non hanno mai mollato e ci han creduto fino alla fine. Scusate, c’erano alternative comportamentali? Sei ad un campionato europeo con la nazionale e che fai? Me ne sbatto e torno a casa, gli restituisco i miliardi che mi han dato e apro un’edicola al paesiello…

Ma per piacere! Domandatelo ad un pugile cosa vuol dire non mollare mai! O cosa vuol dire aver fame e vendersi gli incontri per poter mangiare… Altro che calcio scommesse e sacrifici per allenarsi…

A giovedì per l’ennesima agonia.

Bye,
Sly

sabato 9 giugno 2012

rivoluzioni o aggiustamenti?

Ciao!

Più leggo in merito alla nostra storia degli ultimi 150 anni, più mi convinco che il programma scolastico di storia sia inutile! Ok, in prima e seconda superiore facciamogli una carrellata di date ed episodi, indottriniamoli su qualche teoria economica e sociale. Ma poi facciamoglieli vivere, ai nostri ragazzi, questi ultimi 150 anni d'Italia in rapporto con il mondo! Vivere, non studiare, vivere!

Spesso nei libri m'imbatto in discorsi, frasi, situazioni di inizio secolo scorso, ad esempio, e mi viene da chiedermi se non abbiano sbagliato la copertina, se per caso quel libro non sia stato scritto il mese o l'anno scorso! Cose tanto attuali da far male!

Allora leggete, più che potete, leggete oltre i libri di storia che non vi spiegano niente! Leggete tutto ciò che possa portarvi a capire che tante cose non cambieranno mai e non vale la pena indignarsi, che altre non sono mai cambiate ma sarebbe ora che lo facessero e allora varrebbe la pena combattere! Non sprecate le vostre energie in battaglie contro i mulini a vento, ma usatele per conquistare il mondo, migliorandolo senza necessariamente cambiarlo!

Per esempio oggi leggevo il libro "La storia delle Olimpiadi" dei giornalisti Stefano Jacomuzzi, Giorgio e Paolo Viberti. Una narrazione sportiva che, gioco forza, affianca la storia. Vi ho trovato anche l'estratto che più sotto riporto... è riduttivo, il libro andrebbe veramente letto tutto. Voglio dire, non servono mica letture difficili o altamente qualificate!

Ma se vi capita di leggere qualcosa di Kaos Edizioni (esempio, Sergio Flamini "Convergenze parallele") potrebbe risultare interessante riscoprire quegli anni '70 dove molti di noi son nati e non vissuti, molti altri credono siano più lontani di quanto in realtà sono...

E ora dedico l'estratto a cui accennavo poc'anzi ai "Signori" Marchionne e Monti...




(…), se si pensa che Giovanni Agnelli, alla vigilia della fondazione della Fiat (dopo l’offensiva reazionaria seguita ai moti del 1898) si esprimeva in questi termini: L’industrialismo ha creato una nuova classe, che dolora e preme e reclama i suoi diritti. E quella che a molti sembra oggi una rivoluzione non è altro che la prima giusta esplosione di uno stato di cose che va corretto… Io sono intimamente persuaso che tra pochi anni tutte queste richieste, che ci paiono piene di pericolo per la società, si realizzeranno in pacifica conquista… La violenza è figlia dell’incomprensione, quasi sempre. Essa verrà meno il giorno in cui i signori industriali si renderanno conto che è necessario mettere da parte i vecchi sistemi per avviarsi alla mutua comprensione e alle eque concessioni. Siamo appena all’alba di un grandioso movimento di capitali, di masse, di lavoro.

Bye,
Sly

sabato 2 giugno 2012

somewhere, over the rainbow...



Ciao!

Era un caldo giorno d'estate nuova e il cielo, coperto da uno strato di nuvole bianche striate di grigio, somigliava ad un mare rovesciato fatto di cotone. Nessun gabbiano planava nell'aria e nessun umano lasciava le proprie orme sulla sabbia. Non si avvertiva alcun suono e anche le onde del mare lambivano piano la battigia, quasi a non voler disturbare. Difficile spiegare come fosse arrivata fin lì senza lasciare traccia e ancor più arduo capire cosa stesse pensando mentre fissava il mare ai suoi piedi. Poi sulla pelle una goccia... aprì gli occhi, quindi un'altra... alzò il viso, una ancora e subito ancora una... fissava ora l'orizzonte. Ogni goccia era un pensiero che la raggiungeva e mentre la pioggia aumentava e l'infinito si dileguava, s'aprì sul suo volto un sorriso, che egli salutò da lassù con uno scroscio intenso! Si parlarono, si baciarono, si amarono e il mare li difese dal destino...
(Sly)

Bye,
Sly

venerdì 25 maggio 2012

Io vecchia? No, vissuta...





Ciao!

Poco fa ero davanti alla tv... stavano trasmettendo una trasmissione relativa ai prossimi campionati europei di calcio, in procinto di cominciare in Ucraina. Così hanno fatto vedere delle sintesi di alcune partite dei passati campionati, europei e mondiali, con le stesse squadre che affronteremo fra poco.

Sono partiti con il quarto di finale di Usa '94 (1994...) contro la Spagna e ho rivisto la migliore Italia che io possa ricordare, cioè quella del mitico Sacchi! Dai, su, cominciate a fare polemica... ma io difenderò Arrigo fino alla morte! :-)

Ma il "bello" è stato quando hanno trasmesso Italia-Eire ad Italia '90! Cioè, sono passati 22 anni... e io pensavo che 22 anni fa ero giovane... però poi mi sono accorta che alla carrellata iniziale sui giocatori ricordavo i nomi di tutti i calciatori, riserve comprese, e che li riconoscevo pure senza vederli, semplicemente dal numero della maglia! E le telecronache di Pizzul! E lì ho cominciato a vacillare pensando: miiiiiii, sarò mica vecchia?
Sia mai! Sono vissuta, piuttosto! Una volta seguivo veramente il calcio come si deve, ritagliavo giornali, mi incollavo alla tv per le dirette delle partite di coppa del Milan e cadevo in trance agonistica con tanto di euforie incontrollate e pianti a dirotto!
Ora sono a livelli simili con il moto mondiale...

Che poi sto post l'ho fatto per cercare di entrare nel clima degli europei, della nazionale azzurra, di questo calcio che ancora regge come sport nazionale... però non so... non mi riesce mica tanto... ormai il calcio non mi piglia più. O meglio, questo è un mondo che  non apprezzo più. Speriamo facciano ancora repliche in tv...

Bye,
Sly

venerdì 18 maggio 2012

Grande Raccordo Anulare Rai :-)




Ciao!

Ce l'ho fatta! Sono riuscita ad affrontare indenne il Grande Raccordo Anulare di Roma! Grazie ad Ambrogio, il mio fido navigatore, non ho fatto il giro del raccordo 4 volte prima di beccare l'uscita giusta!!!

E quindi sono giunta agli studi RAI di Saxa Rubra... poi mi sono persa lì per recuperare! Ci saranno stati i vigilantes che se la ridevano come matti a vedere una kangoo fare tre volte il giro del piazzale per decidere dove parcheggiare!
Tant'è che sono riuscita a raggiungere lo studio di RaiSport1 e il mitico Mario Mattioli!!!

La diretta credo sia andata bene. Ovviamente io non potevo non lasciare un segno, non farne una delle mie... Domanda di Mario e mia risposta sicura e decente. Poi su ciò che avevo espresso Mario fa intervenire Raffaele seduto al mio fianco (tecnico della nazionale), quindi Mario propone un'altra domanda... Convinta che fosse per Raffaele sto zitta, allora lui la ripete e io comincio a dubitare e me ne esco con un "Ma a chi? A me? Io?"! Che, come giustamente ha detto il mio allora compagno di classe Gigi, sembrava la mia risposta di quando la prof cercava di interrogarmi: "Ma chi? Io?"! :-)

In ogni caso sono riuscita a dire quel che volevo dire in merito alla boxe femminile e sono felice!

Devo decidermi un giorno a fare quel post sulla boxe che prometto da anni... non è facile... a volte il pugilato fa male ;-)

Bye,
Sly

martedì 15 maggio 2012

25esimo SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO


Ciao!

Eccomi reduce dall'intensa esperienza del Salone del Libro di Torino! Ho presentato, come da programma, domenica (e-book) e lunedì (c/o stand della Regione Veneto). Ma la cosa bella è stato il fuori programma! Mi sono seduta tra il pubblico della presentazione di un libro sulle Olimpiadi (Storia delle Olimpiadi, gli ultimi immortali - Sei editore) redatto da tre giornalisti... ammetto a me sconosciuti. Arriva uno degli autori, Jacomuzzi, e siccome mancavano due minuti io ho approfittato e gli ho allungato i miei racconti sulla boxe in ocasione del debutto femminile a Londra 2012. Beh, non solo mi ha prestato attenzione, mi ha anche "pubblicizzata" all'inizio della sua presentazione e mi ha pure invitata a parlare! Mi sentivo un po' in colpa di essermi intrufolata nel suo personale spazio artistico... :-)

Quindi grazie a Jacomuzzi, grazie al mio editore, ai miei compagni di viaggio, alle Regioni Veneto e Marche, a Toto sempre e comunque, al mio Prode che ha permesso tutto ciò e al giornalista Luca Rolandi de La Stampa di Torino che mi ha presentata!!! Avanza un bicchiere di prosecco...

In foto un momento della presentazione di domenica :-)
Ora vi do appuntamento (udite, udite!) a giovedì sera... ore 22:30... su RAISPORT1!!! Cioè, sarò ospite in studio da Mario Matioli, ma io non so se sarò in grado... intanto ci vado! :-)

Bye,
Sly

p.s. vorrei osservare un nano secondo di silenzio per la mia sofferenza: io milanista son capitata a Torino proprio la giornata che gli juventini festeggiavano lo scudetto! Ma se pol? :-(

martedì 8 maggio 2012

pensieri vaganti, dolci!


Ciao!

Oggi, mentre mangiavo delle fragole acquistate al supermercato, dal profumo intenso e dal sapore nullo... mi è preso un ricordo: di quando da piccina andavo a funghi con i nonni e lungo il tragitto si trovavano le fragoline di bosco! Pensate un po', potevamo mangiarle all'istante e non morivamo di nessuna malattia strana!!! Pazzesco...

E poi c'era la curva dei mirtilli!!! Costeggiava una strada e nessuno ci ha mai preso sotto con la macchina! Si andava a raccogliere mirtilli a go-go per fare le marmellate e ci sporcavamo dita e quantaltro di nero perché mezzi ne mangiavamo raccogliendoli e nessuno ci ha mai impiastricciato le mani di amuchina! Incredibile...

Io non voglio diventare grande, voglio vivere sugli alberi come il barone rampante di Italo Calvino... e se le fragoline esistono ancora non ditelo a nessuno! Potrebbero arrivare con una squadra speciale e farle brillare dagli artificieri...

Bye,
Sly

sabato 5 maggio 2012

sto migliorando :-)

Ciao!

Beh, ogni tanto vado di autocelebrazione! Quindi ecco a voi la mia ultima intervista! Least but not last, nel senso che è in arrivo un intervento televisivo che... che... che, come dire... che... oh che popò di partecipazione è in arrivo! Appena potrò sarò più precisa :-)

Intanto beccatevi questa intervista su la7gold con il giornalista Stelluto: mi sto perfezionando, miglioro ogni volta un po', mi applico!

http://www.asterisconet.it/news.php?n=11384

Bye,
Sly

giovedì 26 aprile 2012

oceanomare


Ciao!

Quando uno si alza al mattino e vede un panorama così, la giornata poi può andargli pure male, per carità, ma sarà più difficile!

Questo è ciò che ho visto stamane appena aperte le persiane del balcone della mia tana! :-)

Bye,
Sly

mercoledì 18 aprile 2012

il "cuore" nella vita


Ciao!

Sabato si è accasciato in campo il calciatore Piermario Morosini, deceduto per morte improvvisa. Sorte simile è capitata pochi giorni prima a Vigor Bovolenta, pallavolista. Niente, il cuore si ferma. Di colpo, come stanco o stufo, decide che non gli va più di battere e molla baracca e burattini, lasciando un corpo giovane e sano senza vita, facce attonite, animi sgomenti e dolore inspiegabile.

Forse non c'è davvero un motivo, o probabilmente ci sono troppe volte in cui chiediamo troppo a noi stessi. Non solo in termini fisici. Le emozioni che cerchiamo nella vita e quelle che ci arrivano addosso passano tutte per questo piccolo grande muscolo vigoroso ed eroico. Dovremmo averne più cura e farlo riposare, di tanto in tanto...

Bye,
Sly

martedì 10 aprile 2012

sempre con Vale!


Ciao!

Dopo anni di smaronamenti perché il popolo ducatista voleva Rossi sulla rossa... l'anno scorso il nostro campione si è deciso!
Prima stagione disastrosa! Da un lato ci poteva stare, anche in passato il primo anno sulla moto nuova era di studio. Ma d'altra parte adesso Vale comincia ad essere vecchio, diceva più di qualcuno...
Ecco poi arrivare i paragoni: ma perché Lorenzo con la stessa moto va più forte?, ma perché Stoner con la Ducati vince?, ma perché le Honda di chiunque sono sempre là e invece gli altri ci sono solo con il pilota migliore?

Io ora non so nulla, a me che Rossi guidasse italiano me ne fregava ben poco. Io so solo che tante vittorie quante ne ha fatte lui Stoner e Lorenzo probabilmente non le faranno mai, ma che se anche le faranno ciò non toglie che intanto Vale ha sbancato il banco! Ma soprattutto che vittorie! Mica fughe in solitaria, mica ottenute sulle cadute altrui! Vittorie con manovre e parti guidate da storia del motociclismo! E questo non si cancella e non si conquista senza una bravura incredibile e un cuore pazzesco!
Inoltre vorrei ricordare che con una tibia sfasciata è stato fuori solo 2 gran premi e poi si è rimesso in sella con le stampelle!
Ha fatto rinascere dalle ceneri la Yamaha! Ma mica come Lorenzo, che guidava una moto già fatta e fatta bene proprio da Vale!

Per me lui è un mito, potrei perdonargli qualsiasi cosa, mi rendo conto... però di una cosa sono convinta: lui può continuare ad essere presuntuoso! Lui deve! Sarete anche la Ducati, che comunque in pista siete abbastanza messi male, ma siete voi che dovete fare la moto come la vuole il campione. Smettiamola con i falsi moralismi blateranti umiltà. Nella vita, quando si hanno le facoltà, si deve pretendere. 

...Hondaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa (su Honda....)

:-)

Bye,
Sly

In foto, un momento di gara dello scorso anno: per salutare il Sic e ripartire con una stagione, speriamo, serena e vincente!

lunedì 2 aprile 2012

il cielo

Ciao!

C'è sempre qualcuno che ha bisogno di essere consolato, qualcuno a cui bisogna dare ancora un po' di tempo, qualcuno che deve capacitarsi con calma. C'è sempre chi raccoglie il pianto, la disperazione, lo sconforto e li trasforma in speranza e nuova forza. C'è un giro della vita che ti porta a guardare il cielo con la speranza di perderti tra una nuvola e l'altra...

C'è l'amore da tenere per sé, quello da non sprecare, quello da regalare. C'è l'amore da pretendere, quello da vendere, quello da strappare con le unghie. C'è l'amore che ti porta tra le nuvole di un cielo senza confini...

C'è una situazione per ogni nuvola, un sentimento per ogni cirro, un cuore per ogni nembo . E un giorno, finalmente, piove...

Bye,
Sly

venerdì 23 marzo 2012

l'attesa



Ciao!

E' uscito un nuovo libro del "mio "Alessandro Baricco! Di solito s'ha da aspettarlo anni tra una storia e l'altra, questa volta in pochi mesi due libri! E proprio leggendo l'ultimo, "Tre volte all'alba" il titolo, mi sono ritrovata a rimurginare sulle attese... sui periodi tra un evento e l'altro... sugli spazi tra le cose che segnano le nostre esistenze...

Quando si racconta la vita di qualcuno, quando si scrive la storia del mondo, quando leggiamo un libro e poi un altro... sono momenti salienti di un percorso, sono vicende particolari di un viaggio, sono personaggi che ci aprono le porte delle loro avventure!

Ma tra un episodio e l'altro cosa c'è? Quello che nei film coincide con la chiusura di una scena e l'apertura di una nuova, con il primo e il secondo tempo, ma anche con le frasi tipo "qualche anno dopo" scritte in fondo allo schermo. C'è l'attesa. Dove non succede nulla o non succede ciò che vorremmo. Dove i nostri piani sono pronti e attendiamo solo di potervi dare esecuzione!

Mio dio, come è snervante l'attesa! Come logora! Quanto sarebbe bello, come nei film, sentirne il senso dell'arrivo, ma poi farla passare in un secondo con un cambio scena! E invece sono secondi, minuti, giorni, anni che si susseguono e ci minano come una goccia d'acqua di un rubinetto che perde. E a volte ci fanno impazzire. A volte ci fanno morire.

La luce dell'alba... se l'aspetti sveglio sembra non arrivare mai, se ti addormenti la perdi...

Bye,
Sly

lunedì 19 marzo 2012

il piatto freddo della vendetta



Ciao!

Quando spieghi troppo di te, ti scopri. Così la gente sa dove colpire. E colpisce.

"Ed è sempre l'umile che eccede nel parlare: l'orgoglioso si sorveglia troppo da presso." (G.K. Chesterton - L'uomo che fu Giovedì)

Continuerò ad essere quella che sono. Che alternative ho? Non so fingere. E non fingerò nemmeno buonismo, lo odio. Pertanto, se a volte mi trovo a dover subire, a non poter combattere, a cedere armi e terreno... sia! Me ne starò un po' a leccarmi le ferite, per tornare nella vita da viva. Ma prima o poi, si sa, la vita gira per tutti...

"(...), tutti uccidevate per vendetta, non c'è da vergognarsi, è il solo farmaco che ci sia contro il dolore, tutto quello che si è trovato per non impazzire, è la droga con cui ci rendono capaci di combattere, (...)" (A. Baricco - Senza sangue)

Bye,
Sly 

sabato 10 marzo 2012

fine di un viaggio

Ciao!

Quando ero adolescente tenevo una raccolta di frasi raccolte dai libri che leggevo. Come la maggior parte delle ragazze, presumo. C'è da domandarsi l'utilità di annotarsi frasi dal contenuto sacrosanto se poi non ci si ricorda mai di usarle al momento giusto...

Una di queste perle è la seguente, tratta dal romanzo "Tom Jones" di Henry Fielding:

La bontà del cuore e la franchezza del carattere, anche se possono dare gran conforto alla coscienza e onesto orgoglio all'animo, non serviranno punto, ahimé, a far fare buona strada nel mondo.

E così eccomi qua, per l'ennesima volta, costretta ad interrompere un bel viaggio. Come sempre, infatti, l'hanno vinta le malelingue invidiose, gli animi poverelli di gente qualunque, le velleità invalorose di guerrieri finti. Il vero guerriero non sempre vince, spesso deve ritirarsi e riprovare. Ma il vero guerriero ha sempre coraggio.

Non è bene gettare le perle ai porci. Di questo mi dovrei ricordare più spesso.

Bye,
Sly

domenica 4 marzo 2012

la guerra dei morti


Ciao!

Giovedì 1 marzo è morto Lucio Dalla. Indubbiamente se n'è andato uno degli ultimi dolcemente irriverenti poeti trasgressivi della musica italiana.

Ma vorrei soffermarmi sulla guerra delle notizie e dei commenti: ovviamente su facebook sono partiti i tantissimi messaggi di cordoglio dei fans, ma a ruota si è cominciato anche a fare i paragoni con altri morti "illustri". Per la maggior parte ho visto confronti tra il numero di messaggi per Dalla e quelli per Simoncelli, in quanto morte recente, ma soprattutto veniva sottolineato il peso che gli italiani danno allo sport piuttosto che alla musica. E' un po' stupido valutare il peso di Dalla in facebook, popolo giovane di artisti mancati per pigrizia intellettuale...

Ma soprattutto reputo molto triste di ideali questa battaglia di cordoglianze mediatiche. Questo non è dolore o rammarico, questa è "avvoltoiaggine" dei poveri...

Come persona Dalla ultimamente non mi piaceva. Una cosa a pelle. Mi prende ogni volta che vedo artisti invecchiare cercando di ringiovanire a tutti i costi. Però credo che in fonfo in fondo, nell'animo vero, solo un buon spirito possa creare delle canzoni come le sue. Sarò scontata, ma adoro Caruso! E Anna e Marco, e Se io fossi un angelo e Balla balla ballerino e L'ultima luna e vabbè, dopo tanto mi rimetto su il cd! :-)

Bye,
Sly
 

martedì 21 febbraio 2012

grrrr grrrr sussidio ai disoccupati grrrr grrrr

Ciao!

Ogni volta che sento parlare di sussidio ai disoccupati mi viene l'orticaria! Oltretutto, vivendo da qualche anno in zona di mare, sento continuamente parlare di stagione estiva e di indennità di disoccupazione invernale... una rabbia, ma una rabbia! Perché ci sarà anche chi ha veramente difficoltà, ma la maggior parte ci campa! Si prende la disoccupazione senza lavorare, che tanto con la stagione si fa lo stipendio di un anno, o "ancora meglio" oltre alla disoccupazione lavora in nero!

Allora io avrei una graziosa proposta: via libera al sussidio, ma in cambio il disoccupato in questione dovrà presentarsi ogni mattino in un ufficio predisposto. Il quale ufficio poi provvederà ad indirizzare il disoccupato sussidiato ad una serie di attività utili. Ne suggerisco alcune: compagnia agli anziani nelle case di riposo, aiuto negli ospedali per pulire e far deambulare i pazienti, intrattenimento dei bambini negli orfonatrofi, aiuto agli anziani per stirare e pulire la casa, pulizia dei parchi dalle cartacce e dalle cacche dei cani, servire alle mense dei poveri gestite dalla Caritas, accudire animali randagi.

Così non si ruba il lavoro a nessuno, si fa del bene, si mantiene un senso di giustizia, non ci si sente parassiti inutili, si crea un mondo più bello e più gentile. Ma probabilmente è una delle mie tante speranza utopiche che verranno puntualmente disilluse.

Bye,
Sly

domenica 19 febbraio 2012

stagione di presentazioni!



Ciao!

In foto, Carolina e io-me-sottoscritta alla presentazione del mio libro a Villorba! Ringrazio Carolina perché il suo entusiasmo è stato un grande aiuto e la professionalità e simpatia molto apprezzate! E grazie anche ai miei amici, ai miei genitori e agli sconosciuti! I primi due per l'appoggio morale costante, i terzi per il mio futuro da scrittrice di periferia in crescita e in espansione! Come il polistirolo... espanso... :-)

Ricordo che sabato 25 febbraio ci sarà un'altra presentazione alla libreria LOVAT ma di TRIESTE alle ore 18:00! Siateci! Siateci!

La successiva presentazione al Lido di Venezia domenica 11 marzo!

Bye,
Sly

venerdì 10 febbraio 2012

Presentazione del mio libro!

Ciao!

Vi informo che venerdì 17 febbraio presso la libreria LOVAT di Villorba (Tv) terrò la presentazione del mio libro LOVE MATCH, in una piacevola chicchierata con la giornalista Carolina Marsico!!! Nell'occasione presenterò anche la raccolta di racconti LA BOXE RACCONTATA AL FEMMINILE. 

Spero possiate esserci e nel frattempo... DIFFONDETE! Passate parola! Grasssssssie! :-)

Sly

http://www.facebook.com/events/#!/events/217269175035122/

martedì 7 febbraio 2012

il vento


Ciao!

Certo che il vento, a pensarci bene, da geo-ignoranti, è una cosa ben strana... cioè... perché? Voglio dire, il vento: da dove parte, dove finisce, ma cos'è? La terra gira sempre uguale, mica accelera... però un giorno, come per incanto, c'è vento! Ma, dico io, in qualche posto e in qualche momento sarà pur cominciato... e dove morirà dopo esserci passato tra i capelli? Si schianterà su qualche casa o agonizzerà sopra il mare raggiungendo l'orizzonte?

Ma soprattutto vorrei sapere come mai, come stanotte, è così incazzoso, agitato, rabbioso, scattoso e scontroso... Mica che, proprio nello stesso momento, tutte le farfalle del Giappone hanno sbattuto le ali? :-)

Bye,
Sly