mercoledì 11 agosto 2010

ritorni

Ciao!

Il nuovo libro che ho scritto, e che attualmente è in fase "sistemativa", narra di ritorni. Non esclusivamente, ma il tema del ritorno è abbastanza portante.

Qualche mese fa, tramite facebook, sono riuscita ad organizzare una piccola e parziale rimpatriata dei compagni di classe delle superiori. In questi mesi con alcuni ci si è visti ancora e ne è nata e/o rinata una bella amicizia. Una cosa strana: nuova per certi versi, ma su basi vecchie. Di quel vecchio che significa sicurezza, perchè nato sui banchi di scuola dove sei già tu, sei già adulto, ma ancora non lo sai. Ringrazio quindi Roberta, Gigi e Deny in primis per avermi fatto ritrovare delle certezze nella novità!

Ieri sera, a seguito di un ritrovo, sono andata a Mestre. Dove sono nata e vissuta per 27 anni e da dove manco da una decina. Mi sono ritrovata in una Piazza Ferretto nuova e bella, diversa da come l'avevo lasciata: sembrava un salotto all'aperto, pulita e placida nell'atmosfera estiva, con i bar aperti e i tavolini stranamente occupati nella settimana di ferragosto. E mi sono detta che forse... forse si... forse è ora di tornare a casa... forse... E' difficile lasciare il mare, anche se si torna a casa...

La vita spesso non ti parla chiaro, ma ti prende per mano e ti invita docilmente a seguire una direzione. Io da qui me ne devo andare... forse...

Bye,
Sly

3 commenti:

mary47 ha detto...

Silvia è molto bella ora la nostra piazza Ferretto. Però la vita come la vivi la la vivi qua. Ecco forse troverai più amici, i tuoi amici di una volta. Chissà che un giorno non ci ritroviamo a passeggiare per la piazza nello stesso istante, come sarebbe bello!

mary47 ha detto...

A proposito di mestre ho trovato questo:
Italo Janne (cantante datato) dedica una canzone alla sua citta'...Mestre... citta' dove ha vissuto la sua adolescenza..i suoi amori..i suoi affetti...Mestre citta' cresciuta in maniera disordinata , citta' operaia ed industriale...Italo ci dimostra come anche in una situazione non certamente romantica possiamo far volare la nostra fantasia...i nostri amori...mestre come New York...le luci delle fabbriche come le luci di Manatthan e di Brooklyn...

questo li ilnk:
http://www.youtube.com/watch?v=5qTdrdITnpM

oceanomare ha detto...

grande Mary!