sabato 31 ottobre 2009

catturato all'alba un boss...

Ciao!

"...Si muore per un si e per un no, si dà la vita per un ordine e una scelta di qualcuno, fate decenni di carcere per raggiungere un potere di morte, guadagnate montagne di denaro che investirete in case che non abiterete, in banche dove non entrerete mai, in ristoranti che non gestirete, in aziende che non dirigerete, comandate un potere di morte cercando di dominare una vita che consumate nascosti sotto terra, circondati da guardaspalle. Uccidete e venite uccisi in una partita di scacchi il cui re non siete voi ma coloro che da voi prendono ricchezza facendovi mangiare l'uno con l'altro fin quando nessuno potrà fare scacco e ci sarà una sola pedina sulla scacchiera. E non sarete voi. Quello che divorate qui lo sputate altrove, lontano, facendo come le uccelle che vomitano il cibo nella bocca dei loro pulcini. Ma non sono pulcini quelli che imbeccate ma avvoltoi e voi non siete uccelle ma bufali pronti a distruggersi in un luogo dove sangue e potere sono i termini della vittoria. E' giunto il tempo che smettiamo di essere una Gomorra..." Don Peppino Diana (dal libro Gomorra di Roberto Saviano)

Stamane pare abbiano catturato un boss: uno dei 30 (trenta...) della lista dei boss latitanti più pericolosi. Una volta avrei creduto alle parole e all'enfasi che oggi ha utilizzato il Ministro degli Interni Maroni per sottolineare questo grande risultato! Oggi perplimo... parecchio...

Sarà che, proprio per capirci qualcosa di più, sto leggendo il libro di Saviano sulla camorra e probabilmente sono in una fase di scoramento, però mi sembra che non sia successo niente, alla fin fine. L'hanno catturato, bravi certo, ma ce n'è altri 29 in giro. Anzi, sono 30 ancora perchè questi riescono a mandare ordini anche dal carcere e perchè in ogni caso se ne muore uno ce n'è subito un altro pronto a subentrare.
E poi per un boss catturato stamane, ieri invece c'erano le immagini di un omicidio in pieno giorno in centro Napoli dove nessuno ha fatto manco un gridolino di schifo.

Non sono i boss il problema: è la mentalità della gente. E' come sperare che un arabo musulmano si converta al cristianesimo e lo predichi pure contro i suoi connazionali! Uno ogni tanto, che tutti giudicheranno pazzo e traditore, si trova... ma ha sempre vita breve...

Chiedo scusa se ho sparato cavolate: io sono nata a Venezia e non posso capire, ma i miei occhi vedono, le mie orecchie sentono e la mia testolina pensa pensa pensa...

Bye,
Silvia

1 commento:

Bitter Chocolate ha detto...

Mia cara Silvia, ho da poco visto "Gomorra"...ambientato a Secondigliano...I miei nipoti vivono A Striano, mezz'oretta di macchina da li, e si...si mi son detta Dio mio...dove cresceranno le miei tre meraviglie?A me piace molto il sud, mi piace così com'è, ma posso amarlo-credo-proprio perchè ci vado 2 volte l'anno! Si il problema è la mentalità...da generazioni in generazioni. Il poco rispetto per l'ambiente(cosa gli costa il sacchetto dell'imm.metterlo dentro al bidone invece di lasciarlo per terra?),il non rispetto per gli animali(bambini che giocavano a freciette con un cane),e la voglia di non cambiare alla fine...Ci vorrebbe una via di mezzo tra noi bachettoni e loro festaioli!!!Bacio