lunedì 9 novembre 2009

9 novembre 1989 cadeva il muro di Berlino

Ciao!

Vent'anni fa veniva distrutto fisicamente e simbolicamente il muro di Berlino! Questo post è un po' scontato, ma daltronde come non farlo?

Vent'anni fa: ero in terza superiore, abbastanza grande per vedere e capire che si trattava di un grande evento, forse però non così adulta per capire. Diciamo che la mia generazione è un po' ibrida: ci troviamo in mezzo ad eventi non da poco, ma non li abbiamo vissuti abbastanza per sentirceli addosso.
Così ad esempio ricordiamo la lira, ma ci siamo subito abituati all'euro...
Ricordiamo le cabine telefoniche, ma senza cellulare siamo persi...
Ricordiamo le nostre mamme e le nostre nonne perdere i pomeriggi con il forno acceso, ma senza microonde non mangiamo...

Così è stato per il muro: siamo nati che già c'era, era un dato di fatto. Talmente assurdo, però, che il suo crollo ci avrà fatto esultare un anno o due e poi... che il muro non ci fosse più era diventato normalità!

Così in questo anniversario mi viene da soffermarmi sulla relatività delle cose nel tempo: vedo i miei atleti in palestra che hanno 16 o 17 anni e il muro non sanno manco cosa sia (anzi forse ne alzerebbero uno loro...), poi "mi giro dall'altra parte" e penso ai miei genitori che il muro l'hanno visto erigere nel 1961 e se lo sono portati addosso fino all'89 (e loro si che c'erano ben dentro alla storia!). E nostalgicamente penso a due dei miei nonni che quel muro non gli è stato possibile vederlo crollare...

Purtroppo si dimentica troppo presto: ogni barriera, ogni costrizione, ogni limitazione della libertà degli uomini su altri uomini è vita negata alla vita.

Bye,
Silvia

2 commenti:

mary47 ha detto...

Hai fatto bene Silvia a fare un post sul muro di Berlino. Voi ragazzi ricordate poco; io invece ho un ricordo ancora nitido di quanta gente veniva uccisa dai Vopos perchè tentava di passare oltre il muro, solo per riunire la famiglia.
Ciao e Buona serata

Antonio Maoggi ha detto...

I muri sono una tragedia sempre ricordiamo anche quello che ha diviso la palestina, Poi il muro nacque perché il Nazismo aveva imbrigliato tutta l'Europa e pure Andreotti disse ai tempi della guerra fredda che occorreva tenere divise le germanie, il tempo è passato e anche io come tutti festeggio l'evento. la mia vuole essere una fotografia dell'accaduto senza nulla giustificare ne il regime ne le sparatorie dei Vopos. Ma neppure il Sionismo d'Israele che ha inalzato l'ultimo muro al mondo.