mercoledì 3 giugno 2015

L'importanza di essere giovani... per gli altri!


Ciao!

Qualche giorno fa, niente popò di meno che l'FBI ha fatto un'irruzione alla FIFA arrestando non so quanti dirigenti per tangenti. Il capo supremo da una marea di anni, Blatter, è rimasto stranamente intoccato (o intoccabile?). Nel frattempo era prevista l'elezione di un nuovo capo, conclusasi con la riconferma di Blatter come se niente fosse e che infatti non capiva perché avrebbe dovuto dimettersi.
Ieri però ha dovuto capitolare, in quanto hanno trovato una mail che lo incastra e che dimostra che lui sapeva tutto... ma va? Un genialoide tra l'altro colui che che pianifica tangenti via mail, bisogna dirlo.

Perché racconto ciò, che purtroppo quasi non fa più notizia, tanto tutto questo schifo sia quasi la normalità? Per soffermarmi su un fattore che sostengo da tempo: il fattore età in certi ruoli dirigenziali o comunque di rilievo sociale e la durata delle cariche.

Blatter ha 79 anni, un sacco di politici italiani superano l'ottantina, molte cariche societarie e politiche in generale sono occupate da ottuagenari che, anche se non incartapecoriti come quelli di una volta, non possono però trarci in inganno. 
Le cariche  importanti vanno date a gente più giovane, con il logico supporto tecnico dell'anziano. Perché così facendo il giovane è supportato là dove l'esperienza per forza di cose gli manca, ma nel frattempo aggiunge quell'entusiasmo che all'anziano per forza di cose è venuto a mancare. Ma soprattutto il giovane risponde di ciò che combina e se combina guai ha vita abbastanza a disposizione per pagare, perciò magari ci pensa due volte prima di.

Infine, cosa ci fa uno per diciassette (17!) anni filati presidente di un organo come la FIFA (per chi non lo sapesse parliamo di calcio.. detto tutto!)??? Come mai stava seduto da tanto tempo su quella poltrona costui? Come sempre, tutto era ovvio, tutti sapevano, tutti usufruivano (perfino il Sud Africa per ospitare i mondiali) e nessuno più si meraviglia. Amen.

Ecco, ora dico l'ultima e poi mi taccio: al di là che Renzi mi stia simpatico come un cavoletto di Bruxelles, sarebbe anche bene - quindi - agevolare la sua intraprendenza e il suo entusiasmo (chiamiamoli così...), ma sarebbe ancora più intelligente che i vecchi del suo partito (...) invece di affossarlo si mettessero nella buca del suggeritore. Per il bene del paese, una volta tanto.

Bye,
Sly

1 commento:

Antonio Maoggi ha detto...

Almeno la FPI ogni quattro anni rinnova, mentre lo svizzero malefico c'è diventato vecchio alla F.I.F.A
In quanto a Renzi mi fa vergognare di essere fiorentino il grande rottamatore si del c....