domenica 1 febbraio 2015

Abemus Presidente


Ciao,
ebbene, come da previsioni del super stratega (nonché presidente del consiglio non eletto) Matteo Renzi, forte di un centro destra allo sbando, alla quarta votazione è stato eletto il dodicesimo Presidente della Repubblica italiana: Sergio Mattarella. Voti 665: Pertini ne aveva ottenuti più di 800 e sui 700 c'erano persino Ciampi e Cossiga...

Ora, è ovvio che chi sia veramente un politico ultrasettantenne, ultimamente nell'ombra, lo sanno veramente solo quelli di una certa età, coloro che erano attivi in politica ai tempi della democrazia cristiana... A noi ci salva internet e qualche bel articolo di opinionisti seri.
Sergio è il fratello del più "famoso" Piersanti, ucciso dalla mafia. E questo mica fa di lui un santo, sia chiaro. Infatti, salta fuori che Sergio era uno di quelli, insieme al sindaco di Palermo (suo concittadino) Leoluca Orlando che si scagliò contro Falcone e il suo operato, facendo in modo che giudice si trasferisse a fare altri lavori a Roma. E da lì tornava quel giorno che saltò in aria come tutti sanno.
Ora, mi rendo conto che finché andiamo a ravanare presidenti tra i politici della prima repubblica, è difficile trovarne uno di completamente pulito o indenne da passi falsi. Ma ci sono dei fatti che vanno oltre e, come con Cossiga, quando certi comportamenti portano a fatti luttuosi (Aldo Moro e Giovanni Falcone) il peso sulla persona non può passare indifferente.

Ah, poi altre cose... tipo il mattarellum (legge elettorale), ha appoggiato la candidatura del mafioso Vito Ciancimino a sindaco di Palermo, ha proibito un concerto di Madonna perché aveva delle scene profane, è interista... la Rosy Bindi che piange di gioia appena sa della sua candidatura... 

Poi può anche essere che fare il Presidente sia altra storia, che magari Mattarella lo farà anche bene... cioè stando zitto e firmando pure la scritta t'amo sulla sabbia... così da permettere allo showman Renzi di splendere in tutta la sua luce propria... radiottiva, al momento.
Certo che oggi Mattarella ha telefonato all'ex Presidente Ciampi esordendo con "Tu sei per me un punto di riferimento"... ah benon! Cominciamo proprio bene...

La cosa entusiasmante di questa elezione, comunque, è stato il clima da nomination modello Grande fratello o Isola dei famosi. Una cosa di gusto provinciale e pessimo, che di politico aveva ben poco. Per fortuna (...che culo!) ci ha pensato lo showman del Presidente del Consiglio in carica autoelettosi, che ha tessuto qualche trama politica, che tanto ricordava la scuola democristiana... ma così per dire... per dire.

Vorrei concludere con delle chicche elettorali, e non, del periodo in corso:
- Mattarella, appena eletto, si è mosso a bordo di una Panda e tutti lo hanno elogiato per la sobrietà... anche Renzi era arrivato in Smart e ora va a sciare con il jet privato pagato da noi...

- il portale Tiscali, ad ogni votazione riportava l'esito e il vestito della ministra Boschi, a pari importanza, con tanto di foto... della ministra ovviamente, circondata di tentacoloni panciuti dai capelli bianchi...

- nell'era tecnologica è per lo meno bizzarro vedere come mille onorevoli votino per l'elezione del Presidente con tanto di foglietto di carta, matita e urna di vimini...

- concludo con l'ennesima twittata idiota del Renzi... Premessa: la disoccupazione nel mese di dicembre, quindi rispetto a novembre, è diminuita dello zero virgola zero zero qualcosa e a dicembre ci sono stati centomila posti di lavoro in più rispetto a novembre. Ovviamente il twitt era di gioia e gaudio e fiducia nella crescita. Peccato che non abbia scritto a che mese si riferiva, che quando negli altri 11 mesi non si migliora una mazza non twitterà, che a ottobre eravamo messi così male che non si vedeva tanto male dal duemila e poco più... e lui è stato zitto zitto...

Ma io ogni tanto mi dico che se gli italiani credono a tutto ciò che vedono e leggono... forse si meritano anche tutto ciò che vedono e leggono. 
Buon lavoro Presidente! Si ricordi che Cossiga è stato zitto due anni prima di dare via all'embolo e alle picconate, magari lei prenda subito una posizione.

Bye,
Sly

1 commento:

Antonio Maoggi ha detto...

Non so chi, ma qualcuno ha detto: "Ogni popolo ha il regime che si merita" disgrazia per chi trova in minoranza come me, ma questa è la democrazia (Cristiana)